“Un gruppo di uomini e donne socialmente attivi, che potranno mettere a disposizione le proprie competenze continuando nella propria professione, senza arroccarsi a palazzo”Nei locali del circolo Il Fienile il candidato sindaco Sandro Bonaceto ha presentato i 24 componenti della lista ‘Sandro Bonaceto sindaco’ che lo sosterrà alla corsa elettorale del 20 e 21 settembre. “Complessivamente _ ha esordito Bonaceto _ ho un gruppo di 96 persone che vuole impegnarsi in politica: siamo tutti cittadini attivi e non sindaci professionisti, convinti che la città debba cambiare. E vogliamo governare continuando le nostre professioni. Non credo in una politica che fa solo politica chiudendosi nelle stanze dorate. Il Comune va fatto marciare in modo diverso, rivedendone la struttura e delegando in modo più articolato perchè un uomo solo al comando non va bene. L’attuale clima che aleggia non ci piace affatto, per questo il nostro claim è ‘Viareggio libera’, uno slogan nato in modo spontaneo in una riunione con Antonio Batistini, ma al contempo un grido di dolore per riportare Viareggio come era una volta. Crediamo in un’amministrazione trasparente, dove l’accesso alle informazioni non sia impossibile e coinvolgendo al massimo l’opposizione per arrivare a scelte condivise all’unanimità”.Il candidato sindaco ha poi spaziato su vari temi, dallo scottante quesito sul bonus dei 600 euro (“io non solo non l’ho percepito ma non ho neppure pensato minimamente a chiederlo _ ha ribattuto Bonaceto _ e non è stato un atto eroico, ma di etica. Non capisco perchè qualcuno invece prenda così tanto tempo per rispondere a questa domanda”) fino ai progetti per il futuro della città. “Ci sono quartieri ancora in forte degrado _ ha evidenziato _ ma dobbiamo compendiare sicurezza e repressione per chi tiene comportamenti non adeguati alla convivenza civile, e su questo non saremo certo buonisti. Fondamentale anche fare in modo che i giovani abbiano punti di ritrovo per arginare forme di disagio e per garantire che si possa vivere tranquillamente, contando su punti di ritrovo. Vedo a tal proposito che la campagna elettorale produce veri ‘miracoli’ con il rilancio improvviso del Vasco Zappelli al Varignano, ma anche con la volontà di acquisto della piscina fino al prossimo restyling della Terrazza della Repubblica. Siamo seri e concreti: la Passeggiata va recuperata dal molo fino alla fossa dell’Abate. La sicurezza è un problema anche del ‘salotto buono’, basta chiederlo agli edicolanti che all’alba aprono le proprie attività; ma anche il decoro è assai discutibile. Trovo incredibile la situazione della Terrazza della Repubblica e il silenzio dei balneari di zona, così come trovo incredibile aver perso l’occasione degli 8 milioni di euro di fondi comunitari destinati proprio alla Passeggiata. La mia amministrazione rimetterà mano ai diversi quartieri con concorsi di idee per trovare le soluzioni più funzionali, in modo da non ritrovarci una Piazza Puccini non fruibile, con aiuole che ne impediscono paradossalmente l’attraversamento”.Poi un accenno alla promozione turistica. “L’ufficio informazioni della Zattera va riaperto immediatamente _ ha detto con forza Sandro Bonaceto _ ed è urgente essere più forti sul mercato turistico. La collaborazione è fondamentale per un pacchetto integrato: ad esempio nel nome di Puccini potremmo unire Viareggio a Lucca e Chiatri. Con piglio manageriale si fanno strategie vincenti, non certo con brochure illustrate pagate 21mila euro a Lucca”.

I COMPONENTI DELLA LISTA SANDRO BONACETO SINDACO:

Baldassari Miriam 03/10/1973 – imprenditrice CAPOLISTA

Bertellotti Sara 19/06/1971 – impiegata

Cabiddu Sauro 27/07/1956 – medico

Canfailla Massimo 08/01/1958 – architetto

Caruso Riccardo 20/04/1953 – cantante lirico

Cerri Lidia 12/06/1954 – regista

Di Trani Giulia 04/03/1991 – operatrice servizio civile nazionale

Giunta Anna Grazia 27/11/1948 – pensionata

Infante Rossella 03/06/1956 – commerciante

Manfredi Stefano 01/01/1957 – ex comandante Polizia Municipale

Marani Sonia 05/01/1961 – commerciante

Martina Maria Rossella 01/06/1956 – giornalista/scrittrice

Melani Antonio 16/08/1944 – pensionato Poste Italiane Menicucci Delfo 24/07/1954 – Maestro

Nicoletti Tiziano 12/04/1970 – avvocato

Nicotera Francesco 16/03/1999 – studente

Olivi Mirko 03/12/1973 – disoccupatoPassaglia Piero 03/04/1956 – cuoco

Pasquinucci Stefano 25/10/1956 – operatore culturale

Pieraccini Andrea 02/11/1952 – ristoratore

Sartini Marialuisa 20/10/1982 – operatrice CAAF-CGIL

Seppia Lucia 22/07/1956 – architetto

Sodini Alessandra Rosa (detta Sandra) 16/12/1957 – ex dipendente comunale

Tarabella Massimo 09/11/1954 – medico

(Visitato 908 volte, 1 visite oggi)

Rossella Martina risponde a Giorgio Del Ghingaro: “Viareggio merita di più”

“In 5 anni da sindaco ho collezionato 1 ricorso al Tar respinto dal CdS, procedimenti penali tutti archiviati, infamie, diffamazioni, menzogne…”