I candidati alle amministrative Viareggine, Claudia Dinelli e Nicolò Martinelli della lista Viareggio a Sinistra si sono di recente incontrati presso la sede di Rifondazione a Viareggio per fare il punto sulla promozione della ciclabilità, e più in generale dello sviluppo della mobilità dolce che Mover ha, da più di un decennio, l’onere di promuovere in città.

“Da una banale analisi effettuata sulla cartografia Viareggina disponibile sul WEB i due candidati rilevano come Via della Ferrovia possa prestarsi in modo pressoché immediato e a costo estremamente esiguo all’apertura di una nuova ed importantissima via ciclopedonale che consenta a pedoni e ciclisti di recarsi da Viareggio a Torre del Lago e sul Lago di Massaciuccoli senza dover rischiare la propria vita così come di fatto ad oggi avviene percorrendo la pericolosissima Via Aurelia Sud.

La domanda è d’obbligo: cosa è stato fatto in proposito da MOVER e dal Comune di Viareggio?

Decidiamo di percorrere quelle strade per vederci chiaro.

Non solo nessun intervento in tal senso è stato fatto da chicchessia, anzi Via Della Ferrovia, strada pubblica, è in totale stato di abbandono. Il tratto finale di quella strada pubblica è letteralmente invaso dalla vegetazione che la rende del tutto occultata, sono presenti rifiuti abbandonati, aperture sulla rete che delimita la ferrovia da cui indisturbatamente chiunque può transitare senza essere visto dato che la vegetazione ha trasformato quella via pubblica in un vero e proprio percorso occultato.

Ma non è finita! A Viareggio non solo le strade Pubbliche divengono anfratti, vie occultate ad arte dal malaffare ma qualcuno, a voler completare quell’opera di occultamento di quella via a proprio uso e consumo, impedendo così anche occasionali testimoni al proprio agire, ha sbarrato quella strada pubblica con barriere di ferro che ci chiediamo chi abbia apposto e con quale autorizzazione.

Ci chiediamo inoltre, è possibile che strade pubbliche Viareggine siano così totalmente fuori controllo? E’ possibile che nessun Vigile urbano nessun Carabiniere nessun Poliziotto sia mai passato da quella strada peraltro con particolari requisiti di pericolosità vista la prossimità della ferrovia?

Chiediamo l’immediato ripristino della legalità in Via Della Ferrovia e, quanto riguarda le auto, l’istituzione del limite di transito ai soli residenti della zona che non possano accedere alle proprie abitazioni da altra Via e l’istituzione di una pista ciclopedonale di libero accesso a tutti i cittadini che da Via dei Comparini permetta di raggiungere in sicurezza Torre del Lago, le sue marine ed il Lago di Massaciuccoli”.

(Visitato 186 volte, 1 visite oggi)

Piscina, sul video del sindaco Giorgio Del Ghingaro interviene anche Viareggio Civica

Viareggio Civica apre la campagna elettorale con un evento