Continua senza sosta l’attività di prevenzione e repressione dei reati messa in campo dagli Agenti del Commissariato di Forte dei Marmi.

Nella sola giornata di ieri, diversi sono stati gli interventi operati dagli stessi Agenti in tal senso. Due in particolare, però, meritano di essere sottolineati per le loro peculiarità.

Ci si riferisce a due liti che, solo grazie al tempestivo e solerte intervento degli Agenti si è impedito che arrivassero a conseguenze ulteriori.

La prima riguarda una cittadina italiana ed un cittadino marocchino, G.O. di anni 39, residente a Pietrasanta e regolare sul territorio dello Stato per un precedente matrimonio finito male con un’altra cittadina italiana.

I due pare che già da qualche tempo avessero una relazione sentimentale piuttosto burrascosa, caratterizzata da più o meno frequenti episodi violenti. Soltanto però nel corso del litigio dell’altra notte, la donna ha deciso di farsi refertare e ancorchè le lesioni riportate a seguito del litigio siano state ritenute guaribili dai sanitari in 5 gg., ciò ha legittimato l’intervento degli Agenti del Commissariato che hanno proceduto a denunciare il cittadino marocchino per lesioni. Sulla vicenda sono in corso ulteriori indagini, tese a meglio cristallizzare la dinamica dei fatti che pare non attribuire tutte le responsabilità del fatto al cittadino marocchino

La seconda lite, invece, ha riguardato una coppia di coniugi italiani dei quali il marito, nel momento dell’intervento è risultato anche detentore di armi per uso sportivo e caccia. Sebbene la lite si sia risolta soprattutto in violenza verbale operata dal marito nei confronti della moglie, in via cautelare gli Agenti gli hanno ritirato tutte le armi in vista di un eventuale provvedimento di revoca del titolo autorizzatorio.

(Visitato 646 volte, 2 visite oggi)

Soggetto sospetto a Forte dei Marmi, la Polizia gli fa il foglio di via

Tentò di rapinare del Rolex un minorenne, 19 enne individuato e denunciato dai Carabinieri di Forte dei Marmi