In Toscana sono 13.114 i casi di positività al Coronavirus, 91 in più rispetto a ieri (17 identificati in corso di tracciamento e 74 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 9.506 (72,5% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 630.201, 6.737 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 2.459, +2,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 97 (5 in più rispetto a ieri), di cui 17 in terapia intensiva (1 in meno). Purtroppo, oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 86 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 91 casi odierni è di 44 anni (il 20% ha meno di 26 anni, il 29% tra 26 e 40 anni, il 32% tra 41 e 65 anni, il 19% ha più di 65 anni) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 79% è risultato asintomatico, il 13% pauci-sintomatico.

Delle 91 positività odierne, 8 casi sono ricollegabili a rientri dall’estero. 3 casi individuati grazie ai controlli attivati nei porti e stazioni con l’ordinanza n.80 della Regione Toscana, di cui 2 riferibili a cittadini residenti fuori regione. Il 42% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.927 i casi complessivi ad oggi a Firenze (24 in più rispetto a ieri), 731 a Prato (11 in più), 918 a Pistoia (4 in più), 1.409 a Massa (12 in più), 1.642 a Lucca (6 in più), 1.233 a Pisa (6 in più), 638 a Livorno (11 in più), 996 ad Arezzo (10 in più), 550 a Siena (2 in più), 533 a Grosseto (3 in più). Sono 537 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni (2 in più).

Sono 39 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 35 nella Nord Ovest, 15 nella Sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 352 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 474 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 723 casi x100.000 abitanti, Lucca con 423, Firenze con 388, la più bassa Livorno con 191.
Complessivamente, 2.362 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (52 in più rispetto a ieri, più 2,3%).
Sono 4.101 (103 in meno rispetto a ieri, meno 2,5%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 1.566, Nord Ovest 1.830, Sud Est 705).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 97 (5 in più rispetto a ieri, più 5,4%), 17 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 5,6%).
Le persone complessivamente guarite sono 9.506 (33 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 201 persone clinicamente guarite (9 in più rispetto a ieri, più 4,7%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 9.305 (24 in più rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Purtroppo, oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 86 anni deceduta a Pisa.

Sono 1.149 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 418 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 176 a Massa Carrara, 148 a Lucca, 93 a Pisa, 65 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,8 x100.000 residenti contro il 59,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (90,3 x100.000), Firenze (41,3 x100.000) e Lucca (38,2 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000).

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 13 settembre, sono 35.

APUANE:  12 casi

Carrara 7,  Massa 4, Montignoso 1;

PIANA DI LUCCA:   3 casi

Capannori 1, Porcari 1, Lucca 1;

PISA:  3 casi

Orciano Pisano 1 (rientro dall’estero), Pisa 2;

ALTA VAL DI CECINA E VAL D’ERA:  3 casi

Casciana Terme Lari 1, Pontedera 1,  Santa Maria a Monte 1; 

LIVORNO:  9 casi

Collesalvetti 1,  Livorno 8 (di cui 1 individuato  alla stazione di Pisa con l’ordinanza numero 80 della Regione Toscana); 

VALLI ETRUSCHE:  2 casi

Rosignano Marittimo 1, San Vincenzo 1 (rientro dall’estero);

VERSILIA: 3 casi

Viareggio 3.

I guariti ad oggi (13 settembre 2020) su tutto il territorio aziendale sono 3533.


Si è verificato un decesso: donna di 86 anni di Pisa.

Si ribadisce che spetterà comunque all’Istituto superiore di sanità attribuire in maniera definitiva le morti al Coronavirus: si tratta infatti di persone che avevano già patologie concomitanti. 

Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 29, di cui 5 in Terapia intensiva.

All’ospedale di Livorno 9 i ricoverati, di cui 6 dell’ambito territoriale di Livorno e 3 dell’ambito della Versilia.

All’ospedale di Lucca 15 i ricoverati, di cui 8 dell’ambito territoriale di Lucca, 6 dell’ambito di Massa Carrara ed 1 residente fuori Asl.

All’ospedale Apuane 5 ricoverati, tutti dell’ambito territoriale di Massa Carrara.

Dal monitoraggio giornaliero, infine, su tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, ad oggi (12 settembre) sono 1830 (+51 rispetto ad ieri) le persone isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

(Visitato 680 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 13-09-2020


Scontro nella notte a Tonfano, 5 feriti: uno è grave a Cisanello

Innamorata di un trans, inseguita e speronata dal fratello muore a 22 anni. Sui social dilaga la polemica, interviene anche il Maestro Alberto Veronesi