Novità nel porto di Viareggio: ecologia e sostenibilità al primo posto, ma anche investimenti e risposte serie e concrete per chi nel porto ci lavora, dall’industria della nautica alla marineria peschereccia.

Prima di tutto l’ambiente: nei giorni scorsi infatti è stata inaugurata una nuova isola che consente lo smaltimento rifiuti che restano impigliati nelle reti dei pescatori. Un progetto “Arcipelago Pulito” promosso dalla Regione Toscana e preso a modello dalle istituzioni europee al quale il Comune id Viareggio ha aderito. 


«I Rifiuti raccolti in mare sono catalogati quasi per la loro interezza come rifiuti speciali – spiega l’assessore all’Ambiente Federico Pierucci -: per smaltirli ci sono costi elevati e soprattutto difficoltà legislative. I pescatori, ai quali va il ringraziamento dell’Amministrazione, oggi possono riportare a terra quanto raccolto senza alcun costo o problema, non solo, stiamo studiando incentivi per chi vorrà aderire al progetto e un sistema premiante: più peschi rifiuti maggiore è il premio».

E poi acqua potabile e luce sulla banchina Natino. E’ infatti pubblicata la gara per l’installazione di colonnine elettriche, moderne e sicure, dotate di una scheda prepagata, che permetterà di gestire in trasparenza e sotto il profilo della legalità il servizio di erogazione acqua e luce. L’installazione è prevista dopo il fermo biologico.

«La realtà della marineria viareggina è importante per Viareggio e per la sua economia – sottolinea l’assessore -: ogni iniziativa, anche la più piccola, deve vederci impegnati per la salute del nostro mare e per il bene dell’ambiente».

(Visitato 123 volte, 1 visite oggi)

Beccato nel giardino di una villetta a Torre del Lago: immobilizzato e arrestato

Si sdraia sui binari alla stazione di Viareggio per togliersi la vita: salvata dalla Polizia