Fermati in autostrada con la marijuana: rinvenuti 858 gr. di marijuana.
Questa la scoperta fatta dagli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Viareggio che, nel pomeriggio di domenica 4 ottobre, ha portato all’arresto di una persona e alla denuncia di un’altra.
A finire in manette è stato A.A. un trentenne massese che viaggiava in A12 assieme ad una ragazza di 23 anni, V.K., nata in Ucraina ma residente a Viareggio.
I due sono stati notati dagli agenti mentre percorrevano l’autostrada a bordo di una Volkswagen Golf, nel tratto compreso tra i caselli di Versilia e Viareggio, in direzione sud e sono stati fermati all’area di servizio di Versilia Ovest.
Durante il controllo hanno mostrato agitazione, e ciò ha insospettito i poliziotti che hanno perquisito il veicolo rinvenendo alcune bustine di marijuana e un chilo di sostanza stupefacente che lo stesso dichiarava essere canapa legale. Inoltre il conducente asseriva di essere un consumatore abituale e di avere una serra a Viareggio dove appunto coltivava canapa legale. Dopo aver controllato la serra, i poliziotti hanno proceduto a perquisire l’abitazione del conducente a Massa e a quel punto sono saltati fuori altri 858 grammi di marijuana, già confezionati in involucri.
Per il giovane sono scattate le manette ed il sequestro dello stupefacente, in attesa dell’udienza per direttissima presso il Tribunale di Massa prevista per stamattina.

(Visitato 619 volte, 1 visite oggi)

Writers beccati alla stazione ad imbrattare

Rissa in centro a Pietrasanta, in 5 nei guai