SERAVEZZA. Altri 75 mila euro circa per la sicurezza stradale e la riduzione del rischio idrogeologico dei versanti montani. Lo annuncia la vicesindaco Valentina Salvatori, che segue il settore lavori pubblici in supplenza del sindaco Riccardo Tarabella. «Sono interventi in continuità con quelli appena terminati in vari tratti della strada della montagna, sul versante di Montorno, finanziati quasi per intero dalla Regione attraverso i fondi del Documento Operativo Difesa del Suolo», spiega l’assessore. «Lavori indirizzati quindi in modo particolare alla regimazione delle acque, al consolidamento della carreggiata e al miglioramento complessivo degli standard di sicurezza di specifici punti della viabilità comunale. La spesa, finanziata con le economie conseguenti al ribasso della precedente gara d’appalto, ci è stata appena autorizzata dalla Regione Toscana. Gli uffici comunali sono già al lavoro per mettere a punto le necessarie perizie che presto approderanno in Giunta. Un ulteriore passo avanti che Seravezza compie per la difesa del suolo e per la prevenzione del rischio idrogeologico in montagna».

Il nuovo investimento rafforza ed amplia l’intervento concluso ai primi di settembre e riguardante quattro distinti tratti della viabilità della montagna, per un fronte stradale complessivo di circa duecento metri. In quella occasione, oltre al rifacimento dei guard rail, i lavori hanno puntato a risolvere alcune problematiche di regimazione delle acque meteoriche (nuovi attraversamenti tombati, ripristino delle zanelle, ricalibratura della piattaforma stradale, nuove opere di captazione), a consolidare i cigli e il piano stradale nei punti in cui si erano manifestati cedimenti, a completare alcuni muretti e, almeno in un caso, ad ampliare la carreggiata.

(Visitato 58 volte, 1 visite oggi)
TAG:
lavori pubblici rischio idrogeologico sicurezza stradale

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


Ordine dei medici: tutti i nomi del nuovo consiglio. Quiriconi confermato alla presidenza

Trasporto pubblico e Covid, il neo assessore regionale Baccelli già al lavoro sull’emergenza