VIAREGGIO. Una frase minacciosa scritta probabilmente nottetempo sull’asfalto di viale dei Tigli da ignoti. Le intenzioni di un teso del genere? Difficili da interpretare è certamente non buone. E a stigmatizzare l’accaduto non sono in pochi.

La frase in questione è “morto un sindaco” e tra i primi a segnalarla e commentarla è stato proprio il primo cittadino, Giorgio Del Ghingaro: “Gente raffinata” ha scritto postando la foto sul proprio profilo Fb.

“Stamani Viareggio si è svegliata con uno sfregio che non la rappresenta – commenta invece l’assessore Rodolfo Salemi – A volte, di fronte a certi episodi, penso: ma chi ce lo fa fare? Sfregiano le auto di chi lavora in Comune, offendono dipendenti, dirigenti, politici, tutte persone come loro che semplicemente provano a migliorare le cose per come possono. Il Sindaco in questi anni ha restituito serietà a Viareggio, rispetto per le parti, per le Istituzioni, per le regole, rimesso a posto persone e conti. In cambio, forse proprio per questo, riceve da alcuni odio, malelingue, cattiverie, infamie… ma riceviamo anche tanto tanto sostegno da chi, poco più di un mese fa, ha riposto nero su bianco fiducia alle donne, agli uomini e al modus operandi di questa Amministrazione. Per questo invito il Sindaco ad andare avanti con fermezza: non ragioniam di lor, ma guarda e passa”.

(Visitato 589 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider vandalismi

ultimo aggiornamento: 02-11-2020


Operaio muore schiacciato in cava

Percorso della Memoria: celebrato in forma ridotta il IV Novembre a Seravezza