VIAREGGIO. Spacciava in pieno centro a Viareggio a pochi passi dalla chiesa di San Paolino. Ma i suoi movimenti alla fine hanno attirato l’attenzione dei carabinieri che lo hanno fermato, perquisito e arrestato nonostante il suo tentativo di darsi alla fuga.

Il blitz con arresto è stato effettuato dal personale della Sezione Operativa della Compagnia di Viareggio. E le manette sono scattate per un uomo di 33 anni di origine marocchina che deve ora rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Arma infatti, nel corso di un servizio antidroga nel centro cittadino di Viareggio, hanno notato il soggetto che stazionava con fare sospetto nei pressi della chiesa di San Paolino. Dopo averne osservato alcuni movimenti, i carabinieri sono intervenuti per controllarlo e, improvvisamente, lo straniero ha tentato la fuga a piedi ma è stato subito raggiunto e bloccato. L’uomo è stato quindi sottoposto a perquisizione personale ed è stato trovato in possesso di due dosi di “cocaina”, di peso complessivo di circa 2 grammi, di una dose di “marijuana” da 0,50 grammi, di una bilancina elettronica di precisione e della somma di 215 euro, in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Lo straniero è stato quindi dichiarato in arresto ed è stato trattenuto in caserma presso le camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida presso il Tribunale di Lucca che si è conclusa con la sottoposizione del soggetto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria tutti i giorni e con la richiesta dei termini a difesa.

(Visitato 693 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresto per spaccio carabinieri spaccio

ultimo aggiornamento: 10-11-2020


Sette morti e 171 nuovi casi in provincia di Lucca, in Toscana oggi sono in tutto 2.223 i positivi al Covid

Gilliam si è persa, 500 euro a chi la riconsegna viva al proprietario