«Per commentare l’articolo apparso stamani sul quotidiano “Il Riformista”, a firma di tal Alberto Cisterna, servirebbero termini poco eleganti e per nulla adatti ad una nota pubblica, ma non possiamo non prendere posizione contro uno schiaffo del genere dato non solo alla nostra città e al ricordo di quella notte di 11 anni fa, ma anche alla Giustizia, intesa sia come virtù che come colonna dello stato di diritto», a scriverlo sono i consiglieri comunali della Lega Alberto Pardini, Alessandro Santini, Maria Pacchini e Walter Ferrari.

«La libertà di cronaca non può significare semplicemente lo scrivere o pubblicare ciò che pare e piace, senza limiti, al contrario, significa poter scegliere di averne e rispettarli – prosegue la nota del gruppo consiliare della Lega – quel titolo, quel derubricare a “rappresaglia” o “vendetta” il carcere per i responsabili della strage di Viareggio è l’ennesimo, vigliacco tentativo di ridurre a “spiacevole incidente” quella che invece è stata una strage. Come già accaduto. Il potere delle parole è forte poiché portatrici di persuasione, e non possiamo in alcun modo tollerare o concedere a chicchessia di sputare in questo modo sul dolore della nostra città, su quello delle famiglie delle vittime, sulla loro sfiancante lotta di giustizia e amore, e sulla memoria di coloro a cui quel treno ha strappato la vita».

«Per una questione del genere non crediamo servano atti o discussioni in Consiglio comunale, siamo sicuri che lo sdegno non possa che essere trasversale e condiviso, e pertanto chiediamo al Sindaco Giorgio Del Ghingaro quale rappresentante di Viareggio e di tutti i suoi abitanti, di condannare in tutte le opportune sedi l’articolo e pretendere le scuse da parte del quotidiano a nome della Città» concludono Pardini, Santini, Pacchini e Ferrari.

(Visitato 67 volte, 1 visite oggi)
TAG:
politica viareggio

ultimo aggiornamento: 04-12-2020


DONDOLINI (FDI): “VIA DEI MARMI AL VARIGNANO CHIUSA DA TROPPO TEMPO”

Barbara Paci presenta un’interrogazione sulla sicurezza