Pubblichiamo la nota dell’associazione dei familiari delle vittime della strage del 29 giugno 2009, Il Mondo che vorrei.

“138 volte. 

Stasera come ogni 29 ci ritroveremo alla Casina e per la 138esima volta alle 23:48 faremo suonare per 32 volte quella campana, voluta e appositamente posizionata lì, in attesa che la Verità dei fatti coincida con la Giustizia. 

Oggi avremmo voluto scendere per strada, avremmo voluto stare con tutti voi, raccontare e testimoniare la battaglia che abbiamo fatto insieme in questi 11 anni; sapete quanto ci tenevamo e ci teniamo ad abbracciare ognuno di voi per stare insieme alla Viareggio che in questi anni ci ha sostenuto, non solo nelle parole, ma con la propria presenza. 

Presenza che ha il sapore di denuncia verso chi ha usato ogni mezzo, fuori dai tribunali, per scappare, come i più vili dei comportamenti umani, dalle proprie responsabilità. 

Responsabilità ampliamente accertate e motivate dal Tribunale di Lucca e dal Tribunale della Corte di Appello di Firenze.

Per questo non smetteremo di far sentire la nostra voce, voce che porta con sé il dolore di quella notte, che insieme alle migliaia di voci dei nostri concittadini, non vogliamo e non possiamo far tacere per la Verità, per la Giustizia, per Viareggio e i sui 32 angeli”.

(Visitato 89 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cronaca strage viareggio

ultimo aggiornamento: 29-12-2020


Cade nel Burlamacca e muore affogato

Rubata la statua di Gesù al presepe di Viareggio