La segreteria del Pd Versilia plaude al riconoscimento dato a Enrico Pieri, superstite e testimone della strage di Sant’Anna di Stazzema, come Cavaliere della Repubblica, dal presidente Sergio Mattarella. “E’ con immenso piacere che abbiamo appreso ieri la notizia- afferma il segretario territoriale del Pd, Riccardo Brocchini– per l’impegno di Pieri a favore della tutela della memoria , della diffusione della conoscenza storica e della difesa dei principi basilari alla convivenza democratica”. 

Il Pd approfitta per rilanciare l’”anagrafe antifascista”, promossa già dal 2018 dal Comune di Stazzema. L’iscrizione all’Anagrafe (anagrafeantifascista.it) è aperta a tutti coloro che si riconoscono nella “Carta di Stazzema”, che riafferma “i diritti inalienabili che ogni essere umano possiede, senza distinzione per ragioni di pensiero, razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica, origine nazionale o sociale”. Da alcune settimane l’Anagrafe antifascista ha fatto un importante passo in avanti: si è costituita infatti, presieduta dal sindaco di Stazzema. Maurizio Verona, come comitato promotore di una legge di iniziativa popolare “Contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”.

Il Pd anche a livello regionale sollecita dunque la raccolta di firme in tutti i comuni della Regione Toscana, per giungere alle 50mila che occorrono entro il 31 marzo 2021.

Sul sito anagrafeantifascista.it si possono trovare i moduli stampabili e le istruzioni sulle modalità di raccolta e riconsegna. Per altre informazioni:[email protected].

(Visitato 42 volte, 1 visite oggi)
TAG:
enrico pieri pd

ultimo aggiornamento: 30-12-2020


Concessioni demaniali, Buratti e Prestipino: “Serve chiarezza”

“Solidarietà e vicinanza all’Anpi di Viareggio”