TORRE DEL LAGO. Nel pomeriggio di ieri, giovedì 14, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio e della Squadra Mobile della Questura di Lucca, durante un servizio all’interno della pineta di Torre del Lago, ha proceduto all’arresto di un uomo di 31 anni marocchino, regolare sul territorio nazionale, per il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ricettazione e possesso di oggetti atti ad offendere. Lo straniero – con precedenti penali per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e rissa – è stato rintracciato all’interno dell’area boschiva dell’area della Pineta di Levante, già sottoposta a sequestro preventivo. Il personale operante ha notato il soggetto che, con il volto travisato da un passamontagna e unitamente ad un altro uomo, si è avvicinato a 2 scooter rubati, nascosti fra la vegetazione ed usati dagli spacciatori per gli spostamenti. A questo punto gli agenti di Polizia hanno deciso di intervenire: i due stranieri hanno tentato di fuggire. L’uomo al momento del fermo ha opposto una strenua resistenza tanto da arrivare ad una colluttazione con gli agenti che hanno riportato lesioni lievi. L’immediata perquisizione ha permesso di rinvenire, in dosso all’uomo, un coltello a serramanico di 18 cm, occultato nella tasca dei pantaloni. Lo straniero, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Lucca.

Inoltre, a seguito dell’attività svolta all’interno della pineta, sono stati rinvenuti e recuperati due scooter risultati provento di furto.

(Visitato 774 volte, 2 visite oggi)
TAG:
arresto polizia torre del lago

ultimo aggiornamento: 15-01-2021


“Rivedere la prescrizione”. Dalla Regione un segnale chiaro: mai più stragi impunite

Banda di spacciatori incastrata dai carabinieri