Ieri, Alle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno fatto scattare un blitz antidroga all’interno di un’abitazione al Varignano in cui era domiciliato un uomo di 53 anni, originario del Marocco, incensurato, che è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
I militari dell’Arma, infatti, già da qualche settimana stavano effettuando alcuni servizi di controllo nel quartiere del Varignano nel corso dei quali hanno notato dei movimenti sospetti vicino ad alcune abitazioni.
Dopo alcuni accertamenti, questa mattina hanno deciso di far scattare il controllo e hanno eseguito l’operazione antidroga, effettuando una perquisizione domiciliare all’interno dell’abitazione in cui si trovava lo straniero.
I Carabinieri dunque, durante il blitz, hanno rinvenuto diversi grammi di sostanze stupefacenti, nascosti all’interno di un vano del forno della cucina, in particolare oltre 50 grammi di cocaina e quasi 80 grammi di hashish che sono stati sottoposti a sequestro.
A questo punto, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato condotto in caserma, ove è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida che si è svolta presso il Tribunale di Lucca e si è conclusa con la condanna a 2 anni di reclusione, multa di 4.000 euro, con pena sospesa, e la sottoposizione del soggetto al divieto di dimora nel comune di Viareggio

(Visitato 1.081 volte, 5 visite oggi)

35enne ricercato arrestato lungo l’autostrada A-12.

Controlli anti-Covid, sanzionate cinque attività commerciali