Nel suo romanzo d’esordio, E poi saremo salvi, edito da Mondadori, l’autrice ha affrescato con grande sapienza descrittiva e introspettiva, nonché con stile sicuro e avvincente, la storia di Aida e della sua famiglia, narrando il dramma dello sradicamento e dell’eterna nostalgia della terra perduta, ma anche il tormento di inconfessabili segreti che si celano fra le mura di casa e seguendo infine la protagonista alla ricerca di un proprio orizzonte e di una propria dimensione esistenziale.

Il premio le verrà consegnato il 28 agosto 2021 a Viareggio nel corso della serata finale.

Il Libro: Una bambina in fuga da una guerra e dai suoi fatali fantasmi, e la conseguente, tenace ricerca di una Heimat personale, capace di resistere ai terremoti del destino.

Aida ha appena sei anni quando, con la madre, deve fuggire dal piccolo paese in cui è nata e cresciuta. In una notte infinita di buio, di ignoto e di terrore raggiunge il confine con l’Italia, dove incontra il padre. Insieme arrivano a Milano.

Mentre i giorni scivolano uno sull’altro, Aida cerca di prendere le misure del nuovo universo. Crescere è ovunque difficile, e lei deve farlo all’improvviso, da sola, perché il trasloco coatto ha rovesciato anche la realtà dei suoi genitori. Nemmeno l’arrivo del fratellino Ibro sa rimettere in ordine le cose: la loro vita è sempre altrove – un altrove che la guerra ha ormai cancellato. Sotto la piena della nostalgia, la sua famiglia si consuma, chi sgretolato dalla rabbia, chi schiacciato dal peso di segreti insopportabili, chi ostaggio di un male inafferrabile. Aida capisce presto che per sopravvivere deve disegnarsi un nuovo orizzonte, anche a costo di un taglio delle radici.

E poi saremo salvi è insieme uno straordinario romanzo di formazione, una saga familiare, l’epopea di un popolo; ma è soprattutto il racconto di come una piccola, densa vicenda privata può allargarsi fino a riflettere la tensione umana alla “casa”, il posto del cuore in cui ci riconosciamo.

L’autrice: Alessandra Carati vive a Milano. Fino al 2013 ha insegnato ed è stata autrice per cinema e teatro. Oggi collabora con diversi editori. 

(Visitato 19 volte, 1 visite oggi)

Villa Bertelli: “Il fascino segreto di Tiziano” con Francesca Rachel Valle

Arte, Seravezza: la prima de “le Stelle dell’Arte” alla Valle degli Otti