Un investimento di 116.000 € per i sentieri dell’Alta Versilia grazie alle risorse del PSR, ed altri progetti sono in graduatoria in attesa si essere finanziati. L’Unione dei Comuni della Versilia ha in serbo per i prossimi mesi un grande investimento sulla rete delle mulattiere storiche della valle del fiume Versilia formata da oltre 50 sentieri per uno sviluppo complessivo di circa 100 km. “Nel 2012” commenta il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona,  “da Presidente dell’Unione dei Comuni ho voluto aprire una nuova fase di valorizzazione dei sentieri di mezza costa, attraverso la mappatura e la pubblicazione dei sentieri (SAV), e attraverso collocazione di apposita segnaletica dell’intera rete all’interno del programma di sviluppo rurale. Molte di queste mulattiere che un tempo erano le strade di collegamento tra i paesi, situate nel cuore delle Alpi Apuane, non erano pubblicati sulle  mappe escursionistiche. Oggi sono percorse giornalmente da centinaia di appassionati”. Il recupero della rete dei sentieri si unisce al tema della rivisitazione dell’uso del bosco nella storia e al giorno d’oggi, come riportato nelle pubblicazioni dell’Ente “Abitare la memoria” (2006) e nella guida “il Sentiero Alta Versilia” (2013) in cui si segnalano le emergenze legate alla civiltà del bosco: gli alpeggi, le castagne, i metati, gli antichi mulini, le miniere e la metallurgia, le cave di marmo e brecce, le carbonaie. (www.sentieroaltaversilia.it).

Gli investimenti previsti prevedono il miglioramento della rete di accesso per il pubblico al bosco. Ecco gli interventi previsti:  miglioramento della viabilità vicinale della Focetta, che collega Farnocchia al passo di San Rocchino e con la comunale per San Rocchino, nel tratto di sentiero che collega località Le Calde con la frazione di Pomezzana.  Altri investimenti prevedono il miglioramento della viabilità vicinale per Deglio e Cupigliaia (lunga 1660 metri), Vicinale di Tiglieta (lunga 900 m, Vicinale di Tricella (lunga 1180). Altri interventi sono previsti per il collegamento tra Stazzema Capoluogo con le frazioni di Cardoso e Pomezzana lungo la strada vicinale di Potottoli in gran parte oggi non percorribile. Si interverrà inoltre sulla strasa vicinale del Tasceto, recuperando i 700 metri, attualmente non percorribili, sul sentiero comunale per Pomezzana da riaprire per 250 metri, e migliorare 1600 metri, sulla strada vicinale della Fossa da migliorare per un tratto di 650 metri, sul sentiero comunale del Piastraio che richiede un intervento puntuale di sistemazione in muratura a secco franata proprio sopra la chiesa della Madonna del Piastraio. 

“I sentieri non solo sono testimonianze della nostra storia”, commenta il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, “ma un’opportunità per il nostro territorio per un turismo lento e rispettoso che attraversa i nostri borghi. Il recupero della rete dei sentieri ha stimolato un movimento escursionistico anche sui sentieri di mezzacosta che erano la rete di collegamento dei nostri nonni per andare da un paese all’altro. La cura del territorio è anche sinonimo di sicurezza oltre che occasione di crescita per le nostre comunità. Questo investimento salvaguarda non solo la storia dei nostri borghi, ma anche il loro futuro. Presto vi saranno altri interventi e altri investimenti per valorizzare altri sentieri”. 

(Visitato 198 volte, 1 visite oggi)

Pubblicato il bando per i centri estivi a Stazzema, scadenza domanda 1° luglio

Le domeniche al Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema