“Al miglior ambasciatore del Carnevale di Viareggio e di tutta la Versilia, per il suo spessore culturale internazionale”

Con queste parole Alessandro Santini ha consegnato il Premio Coriandolo d’oro 2020 al maestro Andrea Bocelli in occasione di una piccola cerimonia 

che si è tenuta nella villa del cantante.  “Ha scelto di vivere con la sua famiglia a Forte dei Marmi _ ha evidenziato il presidente dell’iniziativa Santini _ e si è sempre speso per il territorio con una gentilezza eccezionale verso la gente, un versiliese d’adozione e meraviglioso ambasciatore della nostra terra nel mondo. Ricordo 

ancora con emozione quando si esibì a sorpresa sul palco di piazza Mazzini per la conclusione di una sfilata dei carri di Viareggio. E fu da brividi ascoltare la sua voce intonare le note del ‘Nessun dorma’ mentre si consumava lo spettacolo pirotecnico sulla spiaggia”.

“Sono davvero onorato di questo riconoscimento _ ha evidenziato Andrea Bocelli _ sono reduce da un concerto in Portogallo ma quando torno in Versilia mi si 

apre sempre il cuore”.

Il premio Coriandolo d’oro è stato istituito nel 2012 quando Santini era presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, in collaborazione con la gioielleria Oro più del manager Andrea Olivieri (l’opera è firmata dal maestro scultore Cesare Giovacchini) e ogni anno rende omaggio a personalità di rilievo nel mondo dell’arte, della cultura, dello sport e dello spettacolo come Giorgio Panariello, Enrico Vanzina, il Maestro Ennio Morricone, David Guetta, gli stilisti Anna Fendi e Renato Balestra e, ultimo in ordine di tempo, al maestro Franco Zeffirelli. A riceverlo anche Papa Benedetto XVI.

Il trofeo-gioiello raffigura una stella filante in rame puro che danza attorno a una coppia di coriandoli in oro, tratteggiati e impreziositi da diamanti bianchi. Il coriandolo è da sempre simbolo di gioia e leggerezza che strappa il sorriso nelle occasioni di festa.

(Visitato 44 volte, 1 visite oggi)
TAG:
andrea bocelli carnevale viareggio

ultimo aggiornamento: 03-07-2021


Riapre al pubblico L’Espace Gilbert per riscoprire l’arte del carnevale

In restauro la scultura di Burlamacco di piazza Mazzini