“Mi hanno colpito forte, mi hanno spaccato anche il naso. Sembravano animali. Saranno stati una quindicina. Sono riuscito a scappare grazie all’adrenalina che avevo in corpo”. Queste le parole pronunciate dal ragazzo aggredito dopo la serata trascorsa in un locale della Versilia dove sono nati dei diverbi che, all’esterno, sono sfociati in insulti e poi in risse.

Sul caso interviene il Corpo Guardie di Città.

“L’uomo, riuscito a sfuggire al branco e scappato sulla spiaggia in mezzo a tende e ombrelloni per far perdere le proprie tracce, stato soccorso dall’addetto alla sorveglianza degli stabilimenti balneari del Corpo Guardie di Città che, vedendolo correre e sentendo le sue grida di aiuto, si   avvicinato a lui e, notando il volto ed i vestiti completamente insanguinati, lo ha soccorso poi ha chiamato l’ambulanza, che lo ha trasportato all’ospedale, e ha avvisato le forze dell’ordine che sono prontamente intervenute identificandolo e procedendo per quanto di loro competenza.

Il branco, forse disturbato dalla presenza del vigilante del Corpo Guardie di Città, ha desistito dall’inseguirlo e si è dileguato.

La domanda che sorge spontanea: ma si sarà trattata di violenza gratuita?Cosa sta succedendo? Già in piena pandemia gruppi di giovani e meno giovani, si ritrovavano, con inviti tramite social, in luoghi noti, in spazi aperti, nelle piazze del loro ritrovo serale, scatenando risse e assembramenti, nella maggior parte dei casi senza utilizzare le mascherine per proteggersi dal contagio.

Dopo questo episodio il malmenato si terrà lontano dalla movida? Oppure continuerà a divertirsi con gli amici, magari evitando certi locali per qualche settimana?

Nell’ultimo anno si sono registrate troppe violenze e risse, purtroppo, con diversi casi anche in provincia di Lucca e negli ultimi mesi proprio in Versilia”.

(Visitato 229 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cronaca rissa violenza

ultimo aggiornamento: 15-07-2021


Elezioni a Massarosa: PD, M5S e Articolo 1 correranno insieme.

Viareggio Capitale della Cultura, Confesercenti pronta a dare il suo contributo alla candidatura