La Pubblica Assistenza Stazzema lancia una sottoscrizione sulla piattaforma Gofundme per una nuova ambulanza al servizio del territorio.

La Pubblica Assistenza nasce a seguita della disastrosa alluvione del 1996 quando si comprese la necessità di un presidio del territorio e compie in questi giorni i 25 anni di attività. Stazzema ha un territorio complesso, 17 frazioni, situato sì a pochi chilometri dalla riviera versiliese ma interamente montano composto di piccoli centri abitati o in case isolate spesso non servite da strade carrozzabili. Per questo i mezzi percorrono mediamente 140.000 km all’anno (più di tre volte il giro della Terra all’equatore!) di cui circa 18.000 in emergenza. E sono chilometri di curve, ripide salite o discese, di strade innevate o sterrate che mettono a dura prova la resistenza dei mezzi che per questo hanno bisogno di continue manutenzioni e subiscono un’usura superiore a quella dei mezzi di altre associazioni del territorio versiliese. 

“Dobbiamo sostituire l’ambulanza adibita al servizio di 118”, commenta il Presidente della Pubblica Assistenza Renzo Milani, “ e per operare con la massima sicurezza possibile abbiamo bisogno di un mezzo 4×4, come l’attuale che ormai non riesce a svolgere adeguatamente il suo lavoro. Per acquistare la nuova ambulanza sono necessari 70.000 euro e con una raccolta fondi contiamo di raggiungere questo traguardo. I tempi non sono dei migliori, ma siamo comunque fiduciosi, perché a Stazzema siamo abituati a rimboccarci le maniche e ad aiutarci l’un l’altro”  

Al link trovate il video che spiega la raccolta fondi 

Per donare:  

oppure  la possibilità di effettuare la donazione tramite bonifico bancario utilizzando il seguente IBAN IT45C0503470241000000117637 intestato alla Pubblica Assistenza di Stazzema  

specificando la causale “ACQUISTO NUOVA AMBULANZA 

(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)

“Noi Partigiani”: Gad Lerner e Laura Gnocchi presentano il memoriale dedicato ai protagonisti della resistenza

Inaugurato in piazza del Municipio l’anno scolastico dell’Istituto Comprensivo Martiri di Sant’Anna