ARCHIVI.DOC, la prima edizione della giornata promossa da ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane Sezione Toscana, svelerà centinaia di tesori di una cinquantina di dimore storiche dislocate nelle città e nelle province di Arezzo, Firenze, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Sabato 9 ottobre apriranno gratuitamente al pubblico (con prenotazione e green pass obbligatori) gli archivi delle famiglie toscane, abitualmente accessibili solo agli studiosi, che permettono di ripercorrere le trame della storia cittadina, regionale, italiana e internazionale intrecciando tracce, indizi, ipotesi e conferme nei documenti, nelle pergamene, nelle lettere, nei diplomi, nei cabrei, nelle infinite filze.

In questa occasione, l’Archivio della Fondazione Giacomo Puccini apre la Casa natale gratuitamente al pubblico con 2 visite dedicate, una alle 11 e una alle 16, in cui si farò particolare riferimento alla varietà di tipologie di documenti conservati (partiture musicali, libretti, lettere, disegni, foto, bozzetti scenografici, ecc) mostrando anche documenti solitamente non esposti al pubblico.


La Fondazione Giacomo Puccini di Lucca, è stata istituita nel 1972 dal Consiglio Comunale di Lucca su impulso di Rita Dell’Anna Puccini, nuora del compositore, e quindi riconosciuta con D.P.R. nel 1976. La realizzazione più significativa è stata la creazione nel 1979, grazie alla donazione di Rita Dell’Anna Puccini dell’appartamento, di arredi, cimeli e documenti pucciniani, del Museo Casa natale di Giacomo Puccini in corte San Lorenzo.

Accanto alle dimore delle famiglie toscane a tutti note dai libri di storia e di storia dell’arte – Antinori di Brindisi, Agostini Venerosi della Seta, Barbolani di Montauto e Velluti Zati, Bini Smaghi, Bourbon di Petrella, Capponi alle Rovinate, Cini, Corsini, Dini Marchi dei Collazzi, Frescobaldi Albizi, Ginori Lisci,  Giuntini – Stucchi Prinetti, Guicciardini e Guicciardini di Lungarno e Bardi di Vernio, Inghirami, Lenzoni de Medici, Majnoni – Baldovinetti – Tolomei, Mazzei, Michon Pecori, Naldini del Riccio, Niccolini di Camugliano, Pepi, Pucci, Rucellai, Ruschi, Torrigiani Malaspina, Vaccà Berlinghieri – aderiscono infatti alla giornata archivi di personalità e istituzioni che arricchiscono e completano questa incursione dietro le quinte della Storia ufficiale: l’Archivio Storico dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze, l’Accademia Musicale Chigiana, la Congregazione dei Buonomini di San Martino, le Case Museo Sigfrido Bartolini e Ivan Bruschi, la Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi, l’archivio di Giovanni Michelucci, quello di Giacomo Puccini, di Giovanni Spadolini, del politico Sidney Sonnino, la Fondazione Primo Conti, Foto Locchi, l’editore Giunti, il fondo Enrico Mayer, l’archivio storico della Ven. Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, la Scuola Normale – Archivio famiglia Salviati, gli architetti Pasquale Poccianti e Pietro Porcinai, Archivio Storico Comunale di Santa Maria a Monte, Archivio e Biblioteca della Scuola di Musica di Fiesole Fondazione onlus.

ARCHIVI.DOC si svolge sotto il patrocinio di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Calci, Comune di Carmignano, Comune di Castellina in Chianti, Comune di Fiesole, Comune di Firenze, Comune di Gaiole in Chianti, Comune di Pisa, Comune di Quarrata, Comune di Rosignano Marittimo Comune di San Marcello Piteglio, Comune di San Casciano V. P., Comune di Siena, Provincia di Pisa, Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve e in collaborazione con Città Nascosta, Generali Assicurazioni Agenzia di Empoli Iacopo Speranza, Associazione nazionale Case della Memoria, Associazione Archivi storici delle famiglie, Terre di Pisa, Conoscere Firenze e gli Amici dei Musei fiorentini.

(Visitato 69 volte, 1 visite oggi)

Festa associazione Forte dei Marmi: esibizioni, laboratori e cibo

Concluso il XL Campionato Italiano Open J24, Marina Militare La Superba si aggiudica il tricolore