“Leggo sui social e su alcuni giornali che il Pd mi attacca tirando in ballo l’intervento edilizio all’ex Tropicana di Bozzano. Mi fa piacere se ne torni a parlare: quella è una vergogna voluta e architettata dalla sinistra, da chi alla discussione civile ha preferito la denuncia e invocare la magistratura, da chi ha contribuito a mandare fallite aziende e famiglie”. Lo dice il candidato sindaco Carlo Bigongiari, rispondendo ad alcuni post sui social apparsi su Facebook a firma Pd Massarosa.

“Siamo sicuri che il Pd e la sinistra di Massarosa – dice – vogliano parlare del Tropicana? A questo punto bisogna ricordare anche la Baccanella e gli appartamenti Iffi davanti la sede nuova del comune. Quelli sono gli esempi di come la sinistra governa il territorio. Quella fu una stagione segnata da inchieste e denunce della stessa sinistra che oggi vorrebbe amministrare Massarosa. Sul Tropicana, è vero, sono stato indagato e rinviato a giudizio. E assolto, perché il fatto non sussiste. Evidentemente il garantismo della sinistra è valido solo a seconda delle convenienze politiche del momento. Lo scheletro che rimane in mezzo alla frazione invece, così come le ditte fallite, sono la dimostrazione di come la sinistra intende la politica: denunce e nessun atto concreto nei successivi 10 anni per sanare la situazione da loro stessi creata”.

“A Massarosa il periodo degli odi e dei veleni deve terminare. Al ballottaggio Massarosa potrà scegliere – conclude Bigongiari –  tra chi ha condannato questo territorio all’immobilismo, mandando fallite aziende e mettendo in difficoltà decine di famiglie, e chi invece vuole fare dello sviluppo sostenibile e del lavoro il proprio cavallo di battaglia”.

(Visitato 210 volte, 1 visite oggi)

Massarosa, Coluccini: “Disponibile ad incontrare e ascoltare Bigongiari”

Partito Rifondazione Comunista, Analisi del voto a cura della Segreteria di Federazione