“Una sentenza che affossa ancora di più il settore balneare fatto di eccellenze che garantiscono sicurezza e decoro delle nostre coste. Un colpo da accanimento su un settore che da da lavoro a migliaia di famiglie, lavoratori del territorio, e non a multinazionali di dubbia provenienze. Ora vedremo quali parti politiche del Governo si prenderanno l’impegno di salvaguardare l’attuale tessuto turistico. La soluzione è politica deve essere immediata”. Così il presidente dei balneari di Lido di Camaiore (in Versilia, provincia di Lucca), commenta la sentenza del Consiglio di Stato che fissa la proroga delle concessioni balneari al 2023 senza possibilità di proroghe.

(Visitato 3.217 volte, 1 visite oggi)

Stazzema, progetto per la realizzazione di un parco archeo-minerario al Canale della Radice

Balneari, Elisa Montemagni(Lega): “non condividiamo la sentenza del Consiglio di Stato, vicini ai lavoratori”