“Mi si può accusare di tante cose, ma sicuramente non sono antisemita”. Così in una nota Michela Dell’Innocenti, consigliera comunale di Fdi a Massarosa che nel giorno della memoria non ha letto uno dei nomi dei deportati a Auschwitz.

“Avevo avvisato il presidente del consiglio comunale alla riunione dei capogruppo – spiega – che a causa di problemi personali sarei arrivata in ritardo al consiglio comunale. E di questo mi scuso, ma l’iniziativa non era stata in alcun modo programmata e concordata. Ho passato la parola solo perché ero appena arrivata e non avevo idea di cosa si stesse parlando: stanno montando una polemica che non esiste. Io non ho certamente alcun problema a condannare l’orrore delle leggi razziali e a celebrare la Giornata della Memoria. La sinistra invece – conclude Dell’Innocenti – continua a strumentalizzare questi eventi e a non voler avere un ricordo sereno e condiviso dei drammi del novecento. Veramente una vergogna”

(Visitato 139 volte, 1 visite oggi)

Per Massarosa: “Fdi provveda ad espellere Dell’Innocenti”

Massarosa, lettera minatoria nei confronti della consigliera Fdi Michela Dell’Innocenti