È quanto sostiene a Massarosa Giuseppe Angeli, militante storico di Alleanza Nazionale (consigliere per tre legislatura).
Dopo Alleanza Nazionale mi sono candidato al consiglio comunale nel centro destra. Nella destra che ne è scaturita certi modi di intendere la politica locale si erano allontanati dagli ideali di una destra sociale e moderna che anche Giorgia Meloni da sempre persegue. Scarsa cultura di governo, la politica come tifoseria e l’avanzata di opportunisti e arrampicatori che si approfittano del consenso del Leader.

Ho appreso con piacere ed interesse, il sussulto e la presa di posizione da parte del circolo di FdI di Massarosa o parte di esso in relazione alla vicenda che ha riguardato la consigliera comunale dell’Innocenti.
Una vicenda nella quale credo che l’antisemitismo non c’entri, piuttosto un’approssimazione e una scarsa sensibilità verso la vita e i lavori delle istituzioni.

Mancanze che derivano dal fatto che non si è più abituati a fare vita di partito, quella che nasce dai circoli, quella fatta di proposte condivise e di una visione della società propria di una destra moderna.
Quella che condanna senza se e senza ma atrocità come i campi di concentramento e le Foibe.
Vicenda che ha avuto una vasta Eco sui maggiori media a livello nazionale che ha messo in difficoltà le tante persone che vogliono fare politica con serietà e con passione e che a mio avviso nel migliore dei casi denota superficialità e pochezza politica.

La posizione del circolo, per quanto riguarda la specifica vicenda, è totalmente condivisibile.
Per quanto concerne invece la visione politica in generale, è praticamente sovrapponibile a quella che il sottoscritto ha cercato di portare avanti, sia quando è stato nominato primo Coordinatore Comunale di Alleanza Nazionale, che quando ha avuto l’onore di essere eletto per tre volte nel Consiglio Comunale di Massarosa.

La visione politica di una Destra Istituzionale, di una Destra collaborativa, di una Destra che non concepisce la politica come tifoserie contrapposte, di una Destra che non ha nemici ma avversari, di una Destra profondamente piantata con le proprie radici nel Sociale. Una Destra in grado di avere un Progetto di Società.
Ecco, la visione politica del Circolo (o parte di esso) – conclude Angeli – è esattamente quella che ho cercato di proporre non sempre ascoltato.
Questa è anche la “Mia Destra”, una Destra che certo non considera coerenza perseverare in un errore.

(Visitato 351 volte, 1 visite oggi)

Massarosa: Lucchesi e Bertolaccini impegnano l’amministrazione sul ripristino del trasporto scolastico

La cittadinanza onoraria di Massarosa a Liliana Segre