“Ci auguriamo che quella del trasporto scolastico non sia una promessa ‘da marinaio’. Ci aspettiamo di vedere ripristinato il servizio già a partire da settembre”. Ad affermarlo, in una nota congiunta, sono Pietro Bertolaccini e Marzia Lucchesi, consiglieri comunali della lista Per Massarosa, con Michela Morgantini e Nicola Morelli, consiglieri comunali della Lega. La questione è quella degli scuolabus, sospesi ormai da tempo a Massarosa.

In una mozione presentata dai quattro esponenti dell’opposizione, successivamente condivisa con la maggioranza e approvata a maggioranza nel febbraio scorso, giunta e sindaco infatti avevano preso un preciso impegno: ripristinare il servizio dedicato agli studenti di Massarosa a partire dell’anno scolastico successivo. “Grazie alla nostra azione – spiegano Lucchesi, Bertolaccini, Mogantini e Morelli – a febbraio abbiamo convinto la maggioranza ad approvare quel testo molto importante per il nostro sistema scolastico, per i nostri ragazzi e per le loro famiglie”.

Purtroppo però, ad oggi, non è stato ancora approvato il bilancio, per cui l’impegno resta solo sulla carta. “Da voci di palazzo – aggiungono gli esponenti della minoranza – sembra che il servizio non sarà attivato neanche per il 2022-23. Questo sarebbe molto grave, perché significherebbe aver illuso i cittadini sia in campagna elettorale che durante la seduta del consiglio comunale che approvò la nostra mozione. Ci auguriamo che siano voci infondate e chiediamo con forza, all’assessore che si occupa della scuola così come alla sindaca Simona Barsotti, che l’impegno sia onorato. Ossia che nel prossimo bilancio sia stanziata una somma sufficiente perché gli scuolabus siano ripristinati. L’unico pulmino che gira in questo momento – ricordano – è quello che gli studenti usano per le gite scolastiche. Sicuramente è stato un bel segnale, ma insufficiente per soddisfare le legittime richiesta della cittadinanza”.

(Visitato 266 volte, 1 visite oggi)

Massarosa: Progetto da oltre 3 milioni di euro per la piscina comunale.