A conclusione di un’attività di indagine, condotta dai Carabinieri della Stazione di Pietrasanta sono stati immediatamente individuati e denunciati i responsabili di un’aggressione avvenuta lo scorso 9 maggio in un parco in Versilia ai danni di un cittadino del Gambia.  

Gli autori, 5 minorenni ed 1 maggiorenne, sono ritenuti responsabili dei reati di lesione personale aggravata in concorso, accentuati dall’aver agito per motivi abietti consistiti nella volontà di imporre la propria supremazia ai danni di un soggetto portatore di disabilità e con motivazioni di odio razziale, nonché di diffamazione in concorso per aver videoripreso l’aggressione di gruppo, divulgando poi i video sui social network al fine di vantarsi dell’aggressione compiuta e ledendo la reputazione e la dignità umana della persona offesa.

I responsabili, infatti, agendo tra di loro riuniti e compresenti in modo da implementare la valenza lesiva e pressoria dell’azione criminosa, hanno circondato, deriso e sbeffeggiato la parte offesa, aggredendolo poi in gruppo con calci e pugni e colpendolo con un ombrello, proseguendo nella condotta anche una volta caduto in terra, appellandolo in maniera derisoria “buba” e dando così luogo ad un’aggressione di gruppo motivata da odio razziale ed abilismo.

i Carabinieri hanno subito avviato le indagini non appena presa visione dei video dell’aggressione, che nel frattempo erano stati divulgati su diversi social network, e sono riusciti in breve tempo ad identificare tutti i responsabili.

Nei loro confronti è scattata quindi una denuncia alla Procura dei Minori di Firenze ed alla Procura ordinaria di Lucca e, questa mattina, sono stati sottoposti a perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati sequestrati gli indumenti utilizzati durante l’aggressione, i cellulari, alcuni grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e “marijuana”, una mazza da baseball ed alcuni manoscritti inneggianti alla violenza e contro i carabinieri.

(Visitato 724 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 17-05-2022


Arrestato cittadino 34enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Bocconi abbandonati in Versiliana, “Un gesto vile, massima attenzione sulla questione”