Seminario di chiusura delle 4 edizioni del corso di formazione sulla continuità educativa gestito dall’agenzia formativa Seocoforma  finanziato dai fondi regionali PEZ 2021- 2022 

Giovedì 19 maggio, ore 16,30, Villa Bertelli, Forte dei Marmi

“Continuità vuol dire anzitutto formalizzare ed istituzionalizzare tavoli permanenti di coordinamento fra istituzioni scolastiche e asili nido”

Dare continuità alla continuità” non è un gioco di parole, e nemmeno un semplice slogan pubblicitario, è, invece, l’impegno importante preso dalla Conferenza zonale per l’educazione e l’istruzione della Versilia affinché si realizzi realmente la continuità educativa fra i nidi e la scuola dell’infanzia.

Dare continuità alla continuità” è il titolo del seminario di chiusura del Corso di “Formazione  congiunta per educatori dei servizi per la prima infanzia e insegnanti della scuola dell’infanzia. PEZ INFANZIA (0-6 anni) a.s./a.e.2021-22” gestito da Soecoforma che ha coinvolto oltre 100 corsisti, fra educatori dei nidi e docenti della scuola dell’infanzia provenienti da oltre 60 strutture educative e scuole presenti in Versilia, che vorrebbe determinare una sorta di documento programmatico che progetti e promuova la continuità per i prossimi anni.

Il seminario prevede tra gli altri interventi i saluti di Bruno Murzi, Presidente della Conferenza Zonale per l’Educazione e l’Istruzione della Versilia, Sandra Galeotti, Vice Presidente della Conferenza, Jessica Magrini della Regione Toscana, Shara Ginepri dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana e Daniele Lapiccirella, Presidente di Soecoforma.

Perché è importante realizzare la continuità educativa?

Perché è attraverso la continuità educativa che si innalza la qualità educativa dei servizi, così come richiesto, in primis, dall’Unione Europea già dal 2011 ed ormai da un impianto normativo italiano che indica nella “continuità” una modalità chiara di rapporto fra nido e scuola dell’infanzia, così da evitare inutili ed a volte rischiosi “strappi” nel processo evolutivo di crescita.

Ma cos’è la continuità?

Anzitutto, è indispensabile creare un incontro tra professionisti che provengono da esperienze diverse ed il primo passo è la conoscenza reciproca e il reciproco riconoscimento. L’incontro implica momenti di formazione comune tra operatori dei due segmenti, per condividere un linguaggio ed una visione sui bambini, i contesti, gli apprendimenti.

Questa è stata la funzione del corso, finanziato con i fondi PEZ 2021-2022 della Regione Toscana, progettare la continuità insieme, fra educatori e docenti dell’infanzia, vuol dire “costruire e pensare pratiche che siano innovative e congruenti con l’idea di una traiettoria coerente, progressiva e graduale di socialità ed apprendimenti. La continuità non coincide con la stabilità e la ripetizione delle esperienze, ma con il cambiamento e l’arricchimento di situazioni: nuovi incontri, nuove attività, nuovi apprendimenti in un clima di partecipazione e di connessione” (Decreto Ministero dell’ Istruzione n.334/2021).

L’evento è gratuito, sia in presenza che in diretta su zoom.

Per informazioni e richiesta partecipazione online contattare

CRED Versilia |0584280333|

Mail: [email protected]

(Visitato 28 volte, 1 visite oggi)

La famiglia Ferrario dona un quadro di Nino Tirinnanzi a Villa Bertelli

La Divina Commedia per pianoforte a quattro mani