La ritmica quadrata e potente del rock incontrerà la pulsazione in levare del jazz e gli accenti del blues. È lo stile musicale della band Roby Salvai Ensemble, che suonerà in concerto a Sant’Anna di Stazzema sulla piazza della chiesa sabato 28 maggio dalle ore 16. Un evento organizzato dal Comune di Stazzema per celebrare la pace, e che rientra anche nel tour del gruppo musicale (con oltre 20 concerti) intitolato Bramaterra.

L’iniziativa, ideata prima della pandemia (ma poi nell’impossibilità di poterla organizzare), è nata dopo un colloquio informale fra Maurizio Verona, presidente dell’Istituzione Parco nazionale della Pace e sindaco di Stazzema, e Roby Salvai che è l’autore e cantante dei brani della band.

«Mio padre Walter – spiega Salvai – era un partigiano e ha combattuto nella seconda guerra mondiale in Piemonte, quando avevo 17 anni. Anche per questo sono sensibile a certe tematiche. L’idea era quindi quella di dare un messaggio di pace, che in un luogo così assume ancora più forza, usando la musica come chiave da inserire nella serratura e aprire molte porte. Con il contesto attuale della guerra l’intento ha assunto ancor più significato». Verranno suonati 17 brani, tutti scritta dal vocalist e bassista Salvai. Canzoni nate rock e poi ingentilite dall’esperienza musicale degli anni successivi. Ad accompagnarlo ci saranno cinque strumentisti – pianoforte, chitarra, batteria, violino e sax – con un curriculum musicali di alto livello.

Massimo Moriena è il pianista: ha suonato con Fresu, de Piscopo, Gerardo Cardinale, e ha fatto musica in Canada, Russia e Stati Uniti. Dal 2003 è pianista del Barbun Street Quartet. Al sassofono ci sarà Michele Chiaravalloti, uno dei massimi esponenti del jazz in Piemonte e in Lombardia, che ha suonato con il gruppo Eclysse (Pink Floyd Italian Show) e con tutti i jazzisti del nord Italia. Il chitarrista è Pino Sardella, primo musicista italiano a suonare in piazza a Sarajevo sotto l’assedio, ed è spesso sul palco insieme ai Nomadi. Alla batteria ci sarà Luca Corongiu che ha iniziato a suonare con Roby Salvai 30 anni fa e ha fatto diverse cover band in tutta Italia. Infine Giorgio Damiano, nato a Pinerolo nel 1993 e da più di dieci anni attivo nel panorama della musica tradizionale anche in festival internazionali, che sarà al violino. L’ingresso al concerto è libero.

(Visitato 73 volte, 1 visite oggi)

Melodia Sentimental a Villa Bertelli

Festa della Canzonetta a Pietrasanta, via alla vendita dei biglietti