Brutta sorpresa al termine della festa di fine anno alla scuola di Marzocchino, frazione del comune di Seravezza: nei locali del bagno della scuola media Enrico Pea sono state trovate sei svastiche, realizzate con vernice spray. Sul caso interviene l’assessora alla scuola del comune di Seravezza, Valentina Mozzoni, che afferma che quanto accaduto alla scuola media “non può e non deve passare come un accadimento irrilevante ma deve essere approfondito perché simili gesti non si abbiano a ripetere”. La fine dell’anno scolastico, invece di essere occasione di festa, si è tramutata in una brutta pagina che deve suonare come campanello di allarme per la scuola e le famiglie. “È assolutamente necessario porre attenzione a questi atteggiamenti – aggiunge l’assessore Mozzoni – che peraltro si sarebbero qualche volta manifestati anche in bambini più piccoli, con segnalazioni informali giunte dalle primarie. Ovviamente per i più piccoli non si può parlare certamente di consapevolezza ma ciò non toglie che anche l’emulazione vada scoraggiata attraverso una corretta educazione e formazione alla storia”. Per questo motivo l’assessore Mozzoni intende partire da questo spiacevole evento per approfondire la tematica con il dirigente scolastico Maurizio Tartarini e con gli insegnati, in modo tale da promuovere percorsi di approfondimento che facciano conoscere la storia nella tragica e folle declinazione che ha avuto con l’eccidio di Sant’Anna di Stazzema. “Alla scuola spetta senz’altro la sua parte, come peraltro sta facendo – conclude Mozzoni – ma è di pari passo necessario che anche le famiglie vigilino con grande attenzione su questi campanelli di allarme perché non vengano sottovalutati segnali di questo tipo che possono nascondere disagio, una lettura distorta della storia o una non meno pericolosa emulazione di quanto si recepisce spesso dai social network”.

(Visitato 438 volte, 1 visite oggi)

Premio Viareggio-Rèpaci 2022: Pietro Castellitto vince il premio Opera Prima con “Gli Iperborei”

Bruno Murzi confermato sindaco di Forte dei Marmi