Alle prime luci dell’alba di oggi il personale della Polizia di Stato, Commissariato PS di Viareggio, ha arrestato un 28enne marocchino, per il reato di furto aggravato all’interno di uno stabilimento balneare.

​Durante la notte, alle ore 03.40 circa, è scattato l’allarme al bagno Flora di Viareggio e la Volante, una volta sul posto ha constatato che in effetti un uomo si era introdotto nello stabilimento e dopo aver asportato la cassa della zona bar che, come specificato dai proprietari, conteneva 150 euro, si era allontanato sulla spiaggia.  

​Alle ore 04.45 il 28enne si era introdotto di nuovo all’interno del bar dello stabilimento dove ha cercato riappropriarsi di bottiglie di vino e di altri generi in vendita.

​Gli operatori, ancora alla sua ricerca, allo scattare del nuovo allarme immediatamente sono tornati allo stabilimento dove hanno visto l’uomo fuggire sulla spiaggia cercando di liberarsi della refurtiva; la fuga però è durata ben poco e, una volta bloccato, l’uomo è stato trovato in possesso anche dei soldi del furto precedente; poco distante è stata anche ritrovata la cassa rubata in  precedenza. La cassa era stata forzata e, dalle tracce di sangue rinvenute su di essa, si è avuto la certezza che l’uomo si fosse ferito aprendola.

Accompagnato presso gli uffici del Commissariato per gli accertamenti di rito,l’uomo è stato arresto e verrà giudicato con rito direttissimo nel pomeriggio odierno davanti al Giudice del Tribunale di Lucca.

(Visitato 1.121 volte, 1 visite oggi)

Processo strage Viareggio, condanna 5 anni per Mauro Moretti

GDF, 9 denunciati e un milione di beni sequestrati per contraffazione