A conclusione di una prolungata attività d’indagine, i carabinieri della Stazione di Massarosa hanno scoperto i responsabili di diversi furti in abitazione ed in attività avvenuti tra settembre 2021 e gennaio 2022 a Viareggio, Torre del Lago e Massarosa.

Si tratta di un 51enne, già noto alle forze di polizia, e di un 43enne, entrambi di Viareggio, ritenuti responsabili dei reati di furto aggravato e furto in abitazione in concorso con la recidiva reiterata e specifica per il primo soggetto.

Le indagini dei Carabinieri hanno infatti consentito di risalire ad almeno una quindicina di furti commessi dai due soggetti, i quali hanno preso di mira abitazioni, attività commerciali e sedi di associazioni.
Il modus operandi era sempre lo stesso, dopo aver individuato l’obiettivo, solitamente in zona più o meno isolata, forzavano le serrature o gli infissi ed asportavano materiali ed attrezzature da lavoro, televisori e soldi. In alcune occasioni hanno preso di mira anche le gettoniere di autolavaggi e distributori di benzina.
A conclusione dell’attività d’indagine, l’Autorità giudiziaria di Lucca ha pienamente condiviso le risultanze investigative fornite dai Carabinieri e ha emesso una misura cautelare nei confronti dei due responsabili.
I militari dell’Arma hanno dunque rintracciato i due uomini ai quali hanno notificato il provvedimento sottoponendoli alla misura dell’obbligo di dimora nel comune di Viareggio con divieto di uscire dalle rispettive abitazioni dalle 21.00 alle 07.00 tutti i giorni.

(Visitato 1.306 volte, 1 visite oggi)

Violavano norme antiriciclaggio, nei guai professionisti e esercenti

Controlli dei Carabinieri in pineta, arrestato pusher