L’allarme è scattato grazie all’autista del pullman di linea della tratta Viareggio – Lucca, aggredito verbalmente e poi fisicamente da un cittadino brasiliano di 44 anni; il tutto perché, resosi conto di aver sbagliato autobus, pretendeva che l’autista si fermasse in autostrada per farlo scendere.

Inutili sono state le motivazioni che l’autista, incaricato di pubblico servizio, ha cercato di fargli comprendere perché l’uomo ha iniziato a minacciarlo e insultarlo fino a lanciargli una bottiglia di vetro che lo ha colpito alla gamba, mentre era intento a guidare. Per fortuna un passeggero è riuscito a distrarre lo straniero mentre l’autista è riuscito a chiamare il 112 e chiedere aiuto, concordando un punto di incontro con le volanti della Polizia di Stato. A Lucca l’autista ha trovato ad attenderlo gli operatori della Polizia di Stato che hanno avuto non poche difficoltà a far scendere lo straniero e a metterlo in sicurezza. Esagitato e minacciando di usare un coltello, che in realtà non possedeva, e di infettare gli operatori in quanto sieropositivo si è lanciato contro il capopattuglia con l’intendo di aggredirlo. Gli operatori sono stati costretti ad estrarre l’arma ad impulsi elettrici alla vista della quale finalmente sono riusciti a contenere il soggetto e a condurlo in Questura dove, avvisato il Pm di turno, è stato tratto in arresto.

(Visitato 1.216 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 16-09-2022


Bloccato dalla Polizia di Stato un cittadino di 35 anni per aver rubato un monopattino

Ristoranti abusivi in spiaggia, sanzioni della capitaneria