Il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio nel pomeriggio del 31 ottobre, ha eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di un cittadino marocchino, 38 anni, irregolare sul Territorio Nazionale.

Nella notte del 28 agosto, presso il “Bagno Roberto” di Viareggio, dopo aver forzato con un attrezzo la serranda d’ingresso al bar dello stabilimento balneare, l’uomo, aveva fatto man bassa di generi alimentari, consumandoli in parte sul posto, trafugando poi anche una cassa bluetooth.

Sul posto sono intervenuti una Volante del Commissariato e personale della Polizia Scientifica le cui indagini hanno portato all’individuazione dell indagato; la posizione di costui è stata poi vagliata dalla Procura della Repubblica che ha richiesto un provvedimento restrittivo al G.I.P. del Tribunale di Lucca, che ha accolto la richiesta.

Lo stesso giorno, nel pomeriggio, la Volante del Commissariato ha rintracciato l’uomo nel centro cittadino e ha dato seguito all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei suoi confronti, arrestandolo e conducendolo presso la Casa Circondariale di Lucca.

Le indagini della Polizia di Stato stanno proseguendo al fine di chiarire il coinvolgimento dell’arrestato nell’ondata di furti che ha colpito i bar e i ristoranti degli stabilimenti balneari durante il mese di agosto.

(Visitato 822 volte, 1 visite oggi)

Usura, estorsione ed esercizio abusivo del credito, smascherata organizzazione criminale a Viareggio

Formazione professionale nel settore del turismo, a Viareggio apre il centro “Memo”.