Il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio, nella mattinata, ha indagato in stato di libertà un soggetto extracomunitario marocchino di 39 anni, poiché ritenuto responsabile del reato di furto e ricettazione.

Il personale della Squadra Volante è intervenuto in zona mercato piazza Cavour di Viareggio, su richiesta di un cittadino, il quale ha riferito di aver subito nella serata di ieri il furto di uno zaino che, tra le altre cose, aveva al suo interno delle cuffie bluetooth con il gps, che hanno consentito la localizzazione. Gli agenti, quindi, si sono portato nell’immediatezza sul luogo della localizzazione, piazza d’Azeglio, dove su una panchina hanno notato un noto cittadino maghrebino, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato.

L’uomo è stato sottoposto a perquisizione che ha consentito di trovare le cuffie rubate. Ulteriori accertamenti hanno permesso al personale di individuare un’abitazione di fortuna del predetto posta in zona Darsena. La perquisizione è stata estesa a tale dimora e venivano rinvenuti altri oggetti provento di furto, oltre allo zaino asportato al cittadino segnalante.

Gli altri oggetti, tra cui due apparecchi sonar per imbarcazioni riconducibili alla denuncia sporta da un altro cittadino che ne aveva riportato il furto subito a bordo della sua imbarcazione a fine ottobre.

L’ uomo, riconosciuto dal proprietario dello zaino contenente le cuffie bluetooth, come l’autore del furto ai suoi danni, è stato indagato per il furto dello zaino e per la ricettazione degli apparecchi sonar, che saranno riconsegnati al legittimo proprietario.



(Visitato 49 volte, 1 visite oggi)

Viareggio, arrestato un cittadino italiano per spaccio di droga

Abbandona olio motore e olio vegetale esausti nel porto di Viareggio, identificato il responsabile