Destinare al servizio di ristorazione i finanziamenti non utilizzati per il trasporto scolastico: la maggioranza targata Barsotti ha votato contro alla mozione presentata dalle minoranze Per Massarosa e Lega.

Dopo il tentativo della maggioranza di sospendere la mozione con la scusa di voler approfondire gli aspetti giuridici presentati dai consiglieri di opposizione, c’è stato il voto contrario da parte del centro sinistra.

Una mozione già presentata a ottobre e rinviata 2 volte, l’ultima delle quali perché la maggioranza abbandonò l’aula per far cadere il numero legale e non discutere il tema.
Bocciando la mozione alcuni esponenti della maggioranza hanno addirittura sostenuto che la responsabilità del futuro fallimento sarebbe dell’opposizione.

È quanto affermano in una nota gli esponenti di Per Massarosa e Lega a margine del Consiglio Comunale di fine anno tenutosi il 30 dicembre scorso.

La mensa e il trasporto scolastico sono due servizi essenziali per il diritto allo studio sui quali si dovrebbe basare l’operato di qualsiasi amministrazione, ma tanto più dell’amministrazione Barsotti, che ha fatto di questi due servizi il cavallo di battaglia della propria campagna elettorale durante la quale si promettevano tali servizi addirittura implementati.
Il trasporto scolastico non sono riusciti a farlo nonostante lo avessero promesso anche in consiglio comunale, hanno previsto fondi a bilancio che non possono essere spesi.

Come forze di opposizione ci siamo adoperati già da tempo nel presentare una mozione affinché l’amministrazione comunale dirottasse tali fondi sul servizio mensa in modo da ridurre i costi per le famiglie.

In pratica, tramontata e mai attuata la promessa di ripristinare i pulmini, come opposizione ci siamo battutti per venire incontro ai cittadini almeno per quanto riguarda la mensa.

Una maggioranza impreparata sosteneva che non si poteva fare dichiarando che non era possibile l’erogazione di contributi a privati da parte del comune – fatto vero – ma noi opponevamo un documentato “Si può” sostenuto dal fatto che non stiamo parlando di contributi a terzi, ma di destinare risorse per i servizi a domanda individuale.

Questo fatto dimostra la mancanza di volontà o peggio di capacità a trovare soluzioni per risolvere importanti problemi.
Nessun documento è stato presentato dalla maggioranza dopo 2 mesi che discutiamo a sostegno delle loro tesi, mentre le nostre sono ben documentate e possibili anche per un Ente in dissesto.

Il consigliere delegato al bilancio Adolfo Del Soldato ha finito per dichiararsi in estrema difficoltà – continuano i consiglieri di minoranza – e ha asserito che la scelta di non destinare fondi alle famiglie è stata obbligata dai dirigenti, scaricando come al solito su altri la patata bollente.
Resta il fatto che questa amministrazione, compatta ha votato in modo contrario al fatto di devolvere i fondi destinati ai pulmini sul servizio mensa.

Ora la domanda è un’altra:

Ma i fondi per i pulmini c’erano davvero? Erano stati realmente stanziati oppure è stato l’ennesiomo proclama non rispettato?
La mozione era stata presentata alcuni mesi fa e, se ci fosse stata la volontà e la capacità di andare incontro alle famiglie sul tema mensa, di tempo, per trovare le corrette modalità per la variazione di bilancio, ce ne sarebbe stato a sufficienza.

Purtroppo a rimetterci saranno ancora i cittadini di Massarosa che non si meritano questa amministrazione di centro sinistra che in un anno ha fatto solo promesse ai propri elettori e ha patteggiato con noi mozioni su mozioni senza mai realizzare niente di fatto.
Possiamo assicurare che, anche in questo caso, noi abbiamo provato ad ottenere qualcosa per i cittadini e lo abbiamo fatto studiando i documenti e sentendo pareri autorevoli in merito alla questione e, per questo, siamo profondamente delusi.

Ancora una volta ha vinto la politica sbagliata di un centro sinistra estremamente confuso, incoerente e distante dai problemi concreti della gente

(Visitato 282 volte, 1 visite oggi)

Brasile: Un cittadino di Massarosa a capo della 5° biblioteca al mondo

Ciclista investito, è grave