Nella mattinata del 6 giugno, il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio ha denunciato un 35enne italiano per furto aggravato ed evasione.
L’uomo che era stato arrestato per il furto di due biciclette nel pomeriggio del 3 giugno e collocato agli arresti domiciliari.
Durante la notte tra il 5 ed il 6 giugno è evaso per andare a mettere a segno un furto presso un bar sito in una traversa della passeggiata di Viareggio.
I poliziotti una volta visionate le immagini del sistema di videosorveglianza non hanno avuto alcun dubbio nel riconoscere l’autore del furto, il cui bottino sono state alcune bottiglie di birra.
L’uomo è quindi stato segnalato alla Procura della Repubblica sia per il furto sia per l’evasione dagli arresti domiciliari.
La Procura ha immediatamente chiesto l’aggravamento della misura al Tribunale, che nello stesso pomeriggio di ieri ha disposto la revoca degli arresti domiciliari e l’accompagnamento presso il carcere.
Prontamente rintracciato dalla Polizia per l’uomo si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Lucca dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria
Nella mattinata del 05 giugno, inoltre, il personale del Commissariato di Viareggio, ha anche denunciato un cittadino marocchino 33enne, per il reato di tentato furto su autovettura in sosta; all’uomo è stato anche comminato un provvedimento di espulsione dal Territorio Italiano.

(Visitato 1.294 volte, 1 visite oggi)

Strage Viareggio, Simiani (PD): “Ritardi evidenti sul processo”

Ricercato per rapina e estorsione, arrestato a Viareggio