Il sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti ha firmato questa mattina (mercoledì 21 giugno) le ordinanze che revocano il divieto di balneazione disposto lo scorso sabato per le zone di Fiumetto Nord e Sud. Un provvedimento, quest’ultimo, dalla genesi a dir poco rocambolesca: non risultano, infatti, tuttora, comunicazioni ufficiali da parte dell’agenzia Arpat che, attraverso i canali usuali (pec e mail ordinaria), segnalavano all’ente il superamento dei limiti microbiologici per l’idoneità alla balneazione e che rappresentano, però, la base giuridicaper l’emissione dei divieti.

“Dobbiamo capire cosa è successo – parola dell’assessore all’ambiente, Tatiana Gliori – e ne abbiamo già chiesto conto ad Arpat da cui attendiamo una risposta celere e puntuale. Tutti i mezzi di comunicazione, da quelli tradizionali ai più moderni, possono presentare inconvenienti: su questioni di primaria importanza come la salute pubblica, però, non possiamo restarne condizionati com’è accaduto in questa occasione. Insieme al sindaco Giovannetti, che della salute pubblica è il primo garante e responsabile, cercheremo di interessare anche gli altri Comuni costieri per elaborare, con Arpat, un protocollo informativo più sicuro per tutti”.

La decisione di procedere con le ordinanze, sabato, fu infatti assunta dal primo cittadino solo a seguito dei colloqui telefonici intercorsi dall’ufficio ambiente con la responsabile dell’agenzia per l’area Versilia-Massaciuccoli e senza un’esatta indicazione delle coordinate per tali divieti che, in misura cautelativa, furono disposte considerando 5-6 bagni a nord e altrettanti a sud del Fosso Fiumetto.

(Visitato 68 volte, 1 visite oggi)

Pietrasanta, nuovi orari per gli infopoint turistici in Piazza Statuto

Nuovo comandante della capitaneria, il saluto del sindaco Giovannetti