“Caro sindaco Pardini – così in una nota stampa di Marco Remaschi, segretario regionale di Azione –Sandro Pertini non può essere divisivo, non può dare noia, non può fare paura: a Sandro Pertini bisogna solo dire grazie e intitolargli vie, piazze e scuole in ogni città.

Così all’indomani della bocciatura da parte della maggioranza di Centro destra di Lucca alla mozione proposta dalla minoranza per l’intitolazione di una via a Sandro Pertini, Marco Remaschi, così come la stragrande maggioranza dei Lucchesi mostrano il loro fermo disappunto per l’accaduto.

Pardini faccia marcia indietro, ci ripensi e intitoli quanto prima una strada al presidente della Repubblica Italiana più amato di sempre”.

“È sicuramente vero che anche le precedenti amministrazione potevano intitolare una strada a Pertini, ma questo non può diventare divisivo o motivo di scontro.
Diventa molto pericoloso, continua Remaschi, se si accetta di creare fratture anche su figure come Pertini, ne val del rispetto delle istituzioni democratiche e della Costituzione.
Sandro Pertini è stato un partigiano e un Presidente della Repubblica che nello svolgimento delle sue funzioni ha saputo ben rappresentare l’unità della Nazione come pochi altri prima di lui.
A Pertini l’Italia e tutti noi dobbiamo molto: intitolargli una strada è un onore dovuto, negarglielo una pagina triste e nera per Lucca e per il nostro Paese tutto”.

(Visitato 82 volte, 1 visite oggi)

Lucca – Viareggio: Prove di intesa in una sinergia Crescente