Nella tarda mattinata del 1 dicembre 2024, personale della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio, ha proceduto all’esecuzione di misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di un uomo abitante a Viareggio, di 43 anni, per il reato di atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata 36enne.
La misura cautelare è giunta al culmine di un procedimento nato a seguito della denuncia della persona offesa che non ne poteva più di ritrovarsi braccata dall’uomo che la tempestava di messaggi, sovente offensivi, ed ogni volta che lei usciva se lo ritrovava in qualche modo alle costole.
Un primo ammonimento non aveva sortito gli effetti desiderati per cui la vittima si era risolta a denunciare le persecuzioni che subiva.
In breve tempo, il 19 settembre, era arrivata la prima misura cautelare per cui all’uomo veniva intimato di non avvicinarsi alla sua ex fidanzata. Evidentemente l’uomo non aveva capito di dover cessare le sue condotte ed aveva continuato a mandare messaggi ed appostarsi in ogni angolo della città per poterla incontrare.
Così il 29 settembre, a causa delle continue violazioni, viene sottoposto agli arresti domiciliari, dove ha resistito fino alla sera del 30 novembre, quando, dopo essere evaso da casa, ha pure pensato di farsi vedere sotto casa della sua ex.
La Polizia è immediatamente intervenuta ed ha riaccompagnato l’uomo agli arresti domiciliari avviando immediatamente le procedure per l’aggravamento del regime di custodia.
Dopo soltanto poche ore l’Autorità Giudiziaria ha disposto per lui la misura cautelare in carcere che è stata eseguita dalla Polizia di Stato.

(Visitato 1.859 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 02-12-2023


Incidenti lavoro: ferito ad un piede da escavatore, 24enne ferito in Versilia

Viareggio, al via le operazioni di escavo all’imboccatura del porto