La Capitaneria di Porto di Viareggio ha emanato l’Ordinanza n.208 del 07.12.2023 che
disciplina – per gli aspetti sicurezza della navigazione e portuale – le operazioni di escavo
dell’imboccatura, finalizzate a ripristinare l’agibilità del passo d’accesso e di uscita dal porto.
Il provvedimento è stato emanato a termine dell’istruttoria amministrativa avviata d’urgenza
dall’Autorità Portuale Regionale, dopo che le violente mareggiate dei mesi scorsi abbattutesi
sulle coste della Versilia hanno reso particolarmente difficoltose le manovre nautiche delle unità
navali, per il consistente accumulo di sabbia all’imboccatura portuale.
Le operazioni, dunque, sono iniziate in data odierna. La Motonave “Aurieldo” della ditta SALES
eseguirà le operazioni di dragaggio nell’arco orario compreso tra le 07:00 alle 16:30 sfruttando il
più possibile la luce solare. La draga, infatti, opererà nello specchio acqueo adiacente al fanale
verde del porto utilizzando una tubatura galleggiante, aspirante, lunga circa 700 mt che
rimuoverà i cumuli di sabbia all’imboccatura portuale fino ad una distanza di circa 1.200 mt dallo
stesso fanale. Tale attrezzatura, sarà adeguatamente segnalata ed illuminata durante le ore
notturne con luci lampeggianti crepuscolari.
La Capitaneria di Porto ha stabilito precise disposizioni ai naviganti per tutelare la sicurezza
dello specchio acqueo ove si svolgeranno le operazioni, tra cui l’obbligo di transitare alla minima
velocità per evitare movimenti di “risacca” ed il moto ondoso, prestando attenzione agli
eventuali segnali sonori provenienti dalla draga o dalle unità della Guardia Costiera, in attività di
vigilanza.
In considerazione dei ridotti spazi di manovra, la Guardia Costiera ha previsto anche differenti
procedure di ingresso e di uscita dal porto in relazione alla lunghezza dell’unità navale. Le
imbarcazioni inferiori a 20 mt potranno concordare direttamente le modalità operative con il
Comandante della Draga, mentre quelle di lunghezza superiore dovranno ottenere
l’autorizzazione all’ingresso od all’uscita da parte della Sala Operativa della Guardia Costiera.
Il provvedimento, inoltre, stabilisce anche disposizioni a carico della ditta appaltatrice finalizzate
a tutelare adeguatamente l’ambiente marino in conseguenza della movimentazione dei
sedimenti.

(Visitato 126 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Slider

ultimo aggiornamento: 07-12-2023


Arte e solidarietà grazie al gruppo Spazio 23

Riciclaggio di denaro e truffa, stroncata associazione con sede anche a Viareggio