COMPRA IL RUSTICO CON ASSEGNI SCOPERTI, DENUNCIATO

 MASSAROSA. La squadra Mobile di Lucca ha denunciato per truffa un 38enne originario di Bari, ma residente a Massarosa.

Insieme alla compagna aveva affittato un rustico, assai ampio e finemente ristrutturato da una agenzia immobiliare di Massarosa.

I pagamenti delle prime mensilità erano stati regolari, poi invece  gli assegni emessi erano ritornati insoluti, perché l’emittente era stato interdetto dall’emettere assegni ed iscritto nello speciale registro consultabile da tutte le banche.

Nel frattempo l’uomo aveva anche tentato di acquistare il casale, fornendo all’agenzia immobiliare dei titoli agricoli. I titolari avevano accettato titoli di credito e stipulato il preliminare di contratto, salvo poi scoprire che i titoli agrari non sono negoziabili, ma possono essere utilizzati secondo la legge, solo come pegno e dunque a garanzia di eventuali pagamenti. In questo caso la stipula del contratto finale non è andata dunque a buon fine.

Al termine degli accertamenti l’uomo è stato così denunciato.

Aggiornato il: 09-04-2012 15:40