VIAREGGIO. “Lo scorso consiglio comunale di Viareggio sembrava la favola del ‘Re Travicello’ di Fedro.” Commenta così Alessia Brogi, segretario comunale della Lega Nord Toscana a Viareggio, l’ultimo consiglio comunale “dove la sinistra era più intenta ad affossare la maggioranza – asserisce -, auspicando l’arrivo di un commissario.

“Siamo sicuri, però, che il commissario sarebbe stato la soluzione dei problemi? Sarebbe forse finita proprio come nella sopraccitata favola, dove i lamenti delle rane, in questo caso quelli dell’opposizione, raggiunsero il cielo che inviò in quello stagno un serpente il quale iniziò a divorare le rane?

“Sarebbe opportuno – suggerisce il segretario del Carroccio viareggino – che ognuno si prendesse le proprie responsabilità ed iniziasse a lavorare per il bene di Viareggio. O forse quelli della minoranza sperano che la cittadinanza si sia dimenticata dei quindici anni di cattiva gestione?

“Nessuno dell’opposizione ha preso consapevolezza come in quattro anni si potesse salvare Viareggio dal baratro delle amministrazioni precedenti. Inoltre, i reali problemi della cittadinanza sono continuamente strumentalizzati.

“Le problematiche di Viareggio – termina Brogi – possono essere risolte solo in una visione federale costituendo ‘Viareggio città federale’.”

Leggi anche:
+ Lunardini resta in sella, mozione di sfiducia bocciata per un voto
+ La lunga notte di Lunardini: la discussione in consiglio comunale
+ Il commento dell’UDC

(Visitato 27 volte, 1 visite oggi)

FABBRI (UDC): “LUNARDINI RIMANE IN PIEDI, MA NON PENSI DI CANTAR VITTORIA”

BALDINI (MOV. CITTADINI): “VIAREGGIO SI RIBELLI ALLA DITTATURA DEI TRASFORMISTI”