(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

CAMAIORE. Sta incontrando in questo ore sia l’uno che l’altro. Sia Alberto Matteucci che Alessandro Del Dotto. Il posto in consiglio, nonostante il buon risultato di Alternativa per Camaiore, non è arrivato. E così pare ormai scontato che Patrizia Gemignani farà un apparentamento. Con chi? I giochi si fanno in queste ore. E nulla, per ora, pare escluso.

La lista infatti è composta da personaggi di estrazione di centrodestra e di centrosinistra, con qualche grillino. “Decideremo tutti assieme – dice Patrizia Gemignani – dopo aver ascoltato entrambi i candidati. Tutti e due ci hanno contattato, niente è escluso per ora”.

Posti in giunta, Alternativa, non ne vuole. Lo ribadisce oggi Patrizia Gemignani. Ma ruolo importanti sì. “Vogliamo poter contribuire alle scelte dell’amministrazione. Forse sono ingenua e inesperta, ma dico che la giunta non mi interessa. Si potrebbero studiare delle altre forme di partecipazione, e quelle potrebbero interessarci”. Temi particolarmente a cuore però anche quelli di ambiente e sicurezza. Perché non un consigliere delegato, quindi?

Gemignani non si sent ago della bilancia, almeno non da sola. Ed è forse un segnale a Fabio Pezzini quello che manda quando ci spiega: “Non mi sento ago della bilancia. Leggo che Pezzini si sente tale. Noi abbiamo fatto un buon risultato, ma non esaltante. Da sola non mi sento ago di bilancia, ma insieme a Pezzini forse…”

(Visitato 150 volte, 1 visite oggi)

I CINQUANTA CHE VORREBBERO TRASFORMARE CAMAIORE IN UNA PICCOLA AMSTERDAM

BALLOTTAGGIO, INCONTRI FITTI IN VISTA DEGLI APPARENTAMENTI. PEZZINI ALZA IL PREZZO