VIAREGGIO. Ha fatto sognare, e lo sta facendo tutt’ora, tifosi di piccole località, medio-grandi città e di una nazione intera. Nella carriera calcistica, i colori che Totò Di Natale deve ricordarsi non sono molti: l’azzurro dell’Empoli e della Nazionale, ed il bianconero, dell’Udinese e del Viareggio.

Alla sua età (35 anni) in tanti hanno già appeso le scarpette al chiodo, altri sono seriamente tentati di farlo, mentre lui pensa a segnare. E tramuta le idee in fatti, come successo – tanto per non allontanarci troppo dall’attualità – nell’esordio dell’Italia a Euro 2012 contro la Spagna.

Di Natale la maglia del Viareggio l’ha indossata una stagione soltanto (1998/99), ma è bastata perché tutta una città si ricordasse sempre di lui e gli mostrasse il proprio affetto ogni volta che lui, Totò, punisce difese e portiere avversari con i suoi gol.

25 presenze e 12 gol. Questo lo score di Di Natale in un’annata in cui le zebre chiusero al decimo posto nel campionato di C2, girone A. Arrivato a stagione iniziata dal Varese – dove non riusciva a trovare spazio – Di Natale esordì in bianconero l’11 ottobre 1998 nel match pareggiato ai “Pini” 1-1 contro il Fiorenzuola. In quell’occasione andò a segno il “Condor” Vitaliano Bonuccelli.

Totò gioca bene, si intende bene col compagno di reparto e soddisfa il tecnico Roberto Pruzzo, ma per togliersi la gioia del primo gol col Viareggio deve attendere l’8 novembre 1998: le zebre vincono 3-0 a Novara e Di Natale segna addirittura una doppietta.

Ma un mese e mezzo dopo riesce pure a fare di meglio: nel 5-0 rifilato alla Biellese il 22 dicembre, Totò sigla una tripletta (la doppietta di Bonuccelli completa l’opera) per una delle giornate che più sono rimaste impresse nella memoria sportiva dei tifosi del Viareggio.

L’anno nuovo inizia in maniera trionfale, esattamente come si era chiuso quello precedente: Di Natale va a segno due volte nella vittoriosa trasferta di Sanremo nel giorno dell’Epifania. Poi, nel corso del mese viene ricoverato due volte all’ospedale a causa dell’influenza.

Nel giorno di San Valentino, Totò si regala una doppietta nella memorabile trasferta di Fiorenzuola, dove le zebre vincono 4-3.

Il decimo centro in campionato arriva un mese più tardi, nel pari casalingo (1-1) contro il Pontedera, seguito poi a fine mese dall’inutile gol nello scivolone casalingo (1-2) contro la Pro Patria. Totò riesce pure a prendersi la soddisfazione di segnare nel sentito derby contro il Pisa (1-1) ai “Pini”.

Una tripletta e tre doppiette, dunque, in un’annata che gli ha permesso di mettersi in mostra e meritarsi la fiducia dell’Empoli. Il segno lasciato da Totò a Viareggio è stato più marcato di quel che si pensi: nessuno, infatti, si è scordato delle sue gesta – unitamente a quelle di Vitaliano Bonuccelli – per una coppia gol che rievoca tutt’ora ricordi piacevolissimi.

English versionVersión española

Leggi anche:
+ Viareggio in festa per il gol di Totò Di Natale

(Visitato 168 volte, 1 visite oggi)
TAG:
1998/99 bonuccelli calcio di natale viareggio

ultimo aggiornamento: 11-06-2012


TORNEO DELLE CONTRADE, LA COLLINA RAGGIUNGE I QUARTI DI FINALE

TOTÒ DI NATALE, FROM VIAREGGIO TO ITALY NATIONAL TEAM