(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

CAMAIORE. “Il sindaco Del Dotto e tutto il suo entourage sono durati un mese ed un Consiglio Comunale, poi hanno gettato la maschera e hanno rivelato quello che sono rispetto a quello che hanno professato durante la campagna elettorale : arroganti, sprezzanti verso l’avversario politico, incapaci anzi incuranti di garantire un minimo di dialettica democratica”.

Lo scrive Alberto Matteucci, ex candidato a sindaco per il centrodestra di Camaiore, alla luce delle polemiche per la votazione dei membri delle commissioni consiliari permanenti del Comune di Camaiore, e nonostante il “segnale” di apertura di Del Dotto.

“Come al solito – aggiunge Matteucci – dove governa il centro sinistra impone agli altri la propria volontà con qualsiasi mezzo. Il primo episodio si è consumato mercoledì sera al secondo Consiglio Comunale dove la maggioranza, orchestrata dal sindaco Del Dotto e dal presidente del consiglio Massimo Ceragioli, ha voluto togliere all’opposizione anche il diritto di scegliere i propri rappresentanti nelle Commissioni Consiliari . Bell’azione di democrazia e di rispetto delle rappresentanze consiliari!”.

“Dopo la prima votazione, scandalosa, vergognosa, palesemente preparata e concordata che ha visto eletti nella prima commissione Lavori Pubblici, Fabio Pezzini e Pier Francesco Pardini per la finta opposizione, si è continuato nella vergogna nominando le altre cinque nonostante l’abbandono dell’aula dei consiglieri sette su nove che rappresentano realmente l’opposizione”.

“Si sette su nove – spiega Matteucci –  perché Fabio Pezzini non può essere certamente considerato all’opposizione, visto che al ballottaggio ha siglato un accordo politico con tanto di conferenza stampa con Del Dotto e il centro sinistra, ed essendo rappresentato in giunta dall’assessore Carlo Alberto Carrai (turismo, commercio e protezione civile, ndr).

“Mentre per il segretario dell’Udc Pier Francesco Pardini che rappresenta solo se stesso perché Riccardo Bonuccelli eletto anch’esso nell’Udc non condividendo l’operato del suo segretario politico l’altra sera è passato al gruppo misto – aggiunge, puntando il dito, Matteucci – si rivelano definitivamente i primi accordi relativi al pranzo di Pruno .

“Sta di fatto che Del Dotto e i suoi hanno scelto per conto dell’opposizione escludendo dalle commissioni consiliari più importanti (lavori pubblici, urbanistica, attività produttive e turismo) i rappresentanti della “vera” opposizione . È questo il sindaco di tutti?”.

+leggi anche: la replica del sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto

 

(Visitato 24 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore commissioni consiliari del dotto matteucci pd PDL

ultimo aggiornamento: 07-07-2012


BURATTI: “POPPER PENSI A TOGLIERE I SUOI MANIFESTI ELETTORALI”

REGIONE TOSCANA, PER IL 2013 RISCHIO DI PERDITE DA 200 MILIONI DI EURO