foto: Quadrifoglio Scavi
foto: Quadrifoglio Scavi

MASSAROSA. È la ditta, per intenderci, che ha collaborato alla costruzione del Pontile di Lido di Camaiore, o alla ricostruzione di via Ponchielli a Viareggio, tanto per citare due degli interventi più noti. La Quadrifoglio Scavi, storica ditta di costruzioni e opere pubbliche, ha messo tutti i suoi operai in cassa integrazione.

Una decisione sofferta quella della società di via della Sassaia, che deve fare i conti da una parte con la mancanza di lavoro. Dall’altra con diverse centinaia di migliaia di euro di credito vantati nei confronti di enti privati e pubblici. Una situazione che la società spera di sbloccare presto.

A parlare con VersiliaToday è uno dei soci dell’azienda, Alessandro Pardini. “Una cosa del genere nella nostra lunga storia non c’era mai capitata. Mai abbiamo dovuto ricorrere alla cassa integrazione. Purtroppo è un pessimo momento, ma speriamo di riaprire i cantieri ben prima di settembre. Abbiamo dovuto lasciare a casa – dice – anche operai che lavoravano da noi fin dai primi giorni di attività della Quadrifoglio, dal 1979. Tutta gente del posto, con famiglia…”.

In cassa integrazione è finito l’intero staff degli operai della Quadrifoglio Scavi. Restano a lavoro invece i dipendenti degli uffici, alle prese con operazioni burocratiche. Come accennato il problema è duplice. Da una parte infatti al momento non ci sono nuovo lavori, nuovi cantieri, in cui la società può impegnarsi. Dall’altra c’è l’esigenza, per la ditta (ma non solo per questa) di riscuotere i crediti di lavori già fatti e consegnati da tempo. Qui l’esigenza dell’impresa si va a scontare con i problemi di bilancio di Comuni e Provincie, alle prese con i tagli e con i patti di stabilità da rispettare, e con la crisi.

“È vero che vantiamo questi crediti – dice Alessandro Pardini – ma è anche vero che abbiamo avuto diversi incontri con gli enti locali e con le società private, e ci hanno garantito che questa situazione a breve verrà sbloccata”. L’auspicio è che la Quadrifoglio possa tornare a lavorare in cantiere presto, assieme a tutti i suoi dipendenti.


(Visitato 266 volte, 1 visite oggi)

AL VIA I LABORATORI ESTIVI DELLE “GIRANDOLE”

ACQUISTI DI MERCE CONTRAFFATTA. MULTA DI 200 EURO A DUE TURISTE FIORENTINE