(foto Pomella) STAZZEMA. “Se penso alle primarie che si sono svolte ieri, riflettendo a mente semifredda, mi vengono in mente lunghe file e un momento di incontro tra le persone dove si fa conversazione, si respira un’aria di fresca vitalità e discussione, dove si proclamano pensieri politici e avvenimenti anche ad alta voce e nemmeno troppo velati, che vengono resi agli altri,tanti, elettori ai seggi con grande naturalezza e spontaneità. Senza farci troppo caso. Poi si vota e ci si saluta, Serenamente, perché ci si rende conto che abbiamo fatto la cosa giusta. Abbiamo partecipato in prima persona”.

Lo scrive il bersaniano sindaco di Stazzema Michele Silicani, commentando l’esito del voto delle primarie in Versilia. “Andando a casa – aggiunge Silicani – si avverte il senso della competizione vera, non falsata da stereotipi, del tutto italiana, anche chiassosa. Poi leggiamo i numeri, magari su internet durante tutta la giornata e vediamo che anche questa volta gli elettori sono stati sempre di più. Prima due, poi due e mezzo, poi tre e infine quattro milioni di italiane e italiani hanno votato alle Primarie, in seggi anche un po’ naif perché non istituzionali, ma ben organizzati e con la giusta burocrazia, che ci fanno sentire anche elettori, a guardar bene, “all’americana” viste le recenti elezioni in Usa,  generate proprio dal sistema delle Primarie Stato per Stato”.

“Insomma ci sentiamo partecipi di un percorso di “scelta” – dice ancora il sindaco di Stazzema – di colui o colei che ci guiderà alle Elezioni Politiche di primavera e ci prepara alla competizione vera. Ieri, ho riflettuto riguardo ai candidati che si sono sfidati, Bersani o Renzi, Renzi o Bersani, Vendola o non Vendola, la Puppato e il Tabacci, del percorso partecipativo sono stati i protagonisti e li ringrazio di avermi fatto, per una volta in più sentire “elettore”.  Perché è proprio qui il punto! Senza le Primarie avremmo sicuramente più elettori disincantati e disfattisti, delusi e  superdelusi, arrabbiati e anti di tutto. Aumenterebbe il tasso di antipolitica di coloro che gestiscono candidature in rete, con curriculum spediti via email, che sono Capo e Fine di ogni cosa. Bene o Male, a loro discrezione. Grilli, Grillini e Grilloni”.

“Queste Primarie sono una svolta, non tanto per la Versilia in cui il dato va ben compreso e al quale anche personalmente porto rispetto e riflessione, ma perché ha confermato l’identità della primogenitura delle Primarie come strumento di Democrazia condivisa nel Centrosinistra proprio nello stesso giorno in cui il Cavalier Berlusconi emetteva il consueto Editto Giornaliero dove rinnegava le Primarie del Centrodestra, sulla pista di rullaggio preparata da un sempre più spaesato Angelino Alfano con qualche altra decina di candidati, per riassumere a se la guida d’Italia con l’ennesima sigla di partito “ad uso e consumo”.
Sono fiero del centrosinistra e della gioiosa macchina delle Primarie, perché comunque la  leggi, ha confermato il PD come un motore di Democrazia e fatto misurare, con gli altri candidati, la Voglia di Libertà e di dire la propria a tanti cittadini che a Primavera diranno la loro ben oltre le ideologie, perché dopo il ballottaggio di domenica, che sia Bersani o Renzi a guidare il centrosinistra, il paese ha bisogno di uscire dalla crisi senza governi tecnici o Monti-Bis, ma con la buona Amministrazione e la Politica seria del Bene Comune”.
“L’impegno che mi prendo – conclude Silicani – con tanti altri amministratori, consiglieri e colleghi sindaci è quello di tenere unito il PD, perchè é indispensabile che sia così e di fare meglio emerga e che i nostri rapporti interni tra militanti e simpatizzanti sia serio e aperto. Di dare un segnale di serenità ai nostri giovani. Per la Democrazia e l’Italia”.

+ leggi il commento alla primarie del sindaco di Seravezza Ettore Neri

 + leggi il commento alle primarie del sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto

(Visitato 22 volte, 1 visite oggi)

I BALNEARI A ROMA: “NECESSARIA UNA PROROGA DI 30 ANNI DELLE CONCESSIONI DEMANIALI”

PIETRASANTA, ULTIMI GIORNI PER IL BANDO PER REVISORE DEI CONTI DELLE FARMACIE