CAMAIORE. “È una vergogna. È inaccettabile la chiusura di alcuni uffici postali come: Casoli, Gualdo, Seravezza ed è in programma anche la chiusura di quello di Pietrasanta”.

Lo scrive Fabrizio Pellegrini, coordinatore comunale di Futuro e Libertà a Camaiore, commentando la notizia della soppressione di diversi uffici postali sul territorio versiliese.

“Ci sentiamo in dovere di intervenire e manifestare la nostra contrarietà – scrive Pellegrini – per la chiusura di questi uffici postali, e vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà ha tutte le persone che saranno colpite dalla  pessima politica attuata da Poste Italiane, che non tiene conto delle loro esigenze”.

“Un cattivo metodo di lavoro – aggiunge l’esponente FLI –  di cui le Poste dovranno farsi carico per trovare soluzioni  che devono garantire a ciascun cittadino il diritto alla fruibilità e alla continuità del servizio”.

“Non hanno pensato alle persone anziane che avranno difficoltà a raggiungere altre sedi, non hanno pensato alla ripercussione che tutto questo avrà in ambito occupazionale con grave perdita dei posti di lavoro. Le Poste Italiane dovranno riesaminare queste decisioni che porteranno solo a disservizi, e “aride logiche commerciali”, con una riorganizzazione a dir poco “selvaggia””.
“Vorrei anche aggiungere – conclude Fabrizio Pellegrini – che gli uffici postali sul nostro territorio offrono un servizio scadente con cittadini che si lamentano per le lunghe attese, disfunzioni e continui disservizi. I nostri residenti protestano tutti i giorni e questo è un paradosso che si somma ad anni di reclami da parte di chi non vede recapitarsi la posta con gravi disagi nel caso di scadenze”.

(Visitato 47 volte, 1 visite oggi)

CONFCOMMERCIO: “BLOCCHIAMO LA GRANDE DISTRIBUZIONE A PIETRASANTA”

BABBO NATALE E ANIMAZIONE AI MERCATINI DELLA MISERICORDIA DI LIDO