UN VERSILIESE CAPOLISTA PER IL SENATO. DANIELE RIVIERI (LA DESTRA) PUNTA VERSO ROMA

UN VERSILIESE CAPOLISTA PER IL SENATO. DANIELE RIVIERI (LA DESTRA) PUNTA VERSO ROMA

 CAMAIORE. La Destra propone un versiliese capolista al Senato.

Se si eccettua Manuela Granaiola del Pd, è Daniele Rivieri, noto commercialista di Lido di Camaiore, specialista in diritto del lavoro, il candidato versiliese che potrebbe avere buone possibilità di elezione alle prossime consultazioni politiche. Infatti il 3% è quota abbordabile, almeno guardando ai risultati delle precedenti consultazioni.
Con una conferenza stampa alle Giubbe Rosse di Firenze, la Destra ha presentato le  liste e il  progetto politico regionale che rientra in un contesto nazionale di alleanza con il Pdl ,ma che in Toscana si arricchisce del l’appoggio dei consiglieri regionali di Toscana Più .
Insieme a Virgilio Luvisotti, che fa parte della direzione nazionale del partito, molti candidati, fra i quali Daniele Rivieri,  capolista al Senato.

“La Destra, numeri alla mano, non è una presenza velleitaria, una stampella di Berlusconi. Noi siamo sicuri che se tutti i toscani che si sentono di destra, che credono in certi valori, che sperano in un futuro in cui il merito e il rispetto degli altri, sopratutto se italiani, sia rilevante, allora troveranno nella nostra proposta elementi di interesse. In quel caso raggiungere le percentuali minime non sarà difficile”, ha spiegato Rivieri.

“La nostra lista è toscana per i toscani, che hanno oggi una tassazione imponente, un a burocrazia complicata, che vivono nell’insicurezza. Proprio questa e’ la nostra missione elettorale, dare alla Toscana e ai toscani una rappresentanza qualificata in Parlamento che si occupi dei suoi problemi, primo fra tutti il contrasto alla criminalità , che sarà il punto focale della nostra partecipazione parlamentare, se i cittadini toscani c’è ne daranno l’opportunità ”

Luvisotti ha ricordato i punti qualificanti del programma nazionale: “I dieci punti della nostra sovranità racchiudono decenni di impegno politico e

(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

prevedono la lotta alla casta  e alla corruzione, un fisco non inquisitore ma giusto, il mutuo sociale per i giovani e la lotta al lavoro precario, una cultura e una trasmissione del sapere moderna e a disposizione di tutti,  il rilancio dell’economia con particolare riguardo al motore del nostro sistema produttivo, ovvero le piccole e medie imprese, la realizzazione del presidenzialismo per superare lo stallo attuale”.

(Visitato 218 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 24-01-2013 13:31