(foto Marco Pomella)
(foto Marco Pomella)

 VIAREGGIO. “Il clamore intorno alla possibile uscita del Comune di Camaiore dalla Fondazione Carnevale è giusto: si tratta di una questione di grande importanza, non riducibile all’utilizzo di strutture o maschere avanzate, come molto riduttivamente fa il Presidente Santini“.

Lo scrive Sel Viareggio e Camaiore, entrando nel merito della scelta che si appresta a fare il Comune di Camaiore: uscire dalla Fondazione Carnevale.

“Crediamo – scrive Sel – che sia necessario ripensare la Fondazione Carnevale, il livello della proposta culturale, il suo modo di lavorare non efficiente, la sua struttura inutilmente pesante, i costi di tutto questo; da ripensare c’è, sicuramente, anche il rapporto della manifestazione con l’insieme delle iniziative culturali di Viareggio e dei comuni versiliesi, Camaiore in primis. Ha ragione il Sindaco Del Dotto quando dice che sono necessari progetti culturali integrati, che valorizzino l’insieme del territorio. Questa può essere una delle chiavi proprio per il rilancio della manifestazione del Carnevale, che rimane uno dei principali eventi culturali e turistici della Versilia”.

 “Proprio per questo, però, la scelta di uscire dalla Fondazione appare oggi, senza che siano sul tavolo progetti e proposte precise, troppo affrettata: si rischia di gettar via il classico bambino con l’acqua sporca. Pur in presenza dei gravi problemi finanziari che colpiscono tutti i Comuni, provocati anche dalla politica centralistica di tagli del Governo Monti, l’ordine di grandezza della spesa, commisurato alle potenzialità di azione, consiglierebbe una linea diversa”.

 “Il Comune di Camaiore – conclude Sel nel comunicato a firma Boncompagni/Pagliai – rompa con l’immobilismo, che caratterizzava la presenza nella Fondazione delle precedenti amministrazioni di centrodestra; confidando anche nel cambiamento che investirà l’amministrazione comunale viareggina con le prossime elezioni, farebbe meglio però a non chiudere le porte, magari ricontrattare i termini della propria presenza, in termini anche finanziari, ma soprattutto di politica culturale. Il Presidente Santini, in questo scampolo conclusivo della sua esperienza, dimostri disponibilità e si impegni nella soluzione del problema”.

(Visitato 17 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore carnevale del dotto fondazione sel viareggio

ultimo aggiornamento: 29-03-2013


AMMINISTRATIVE A VIAREGGIO, SI VOTA: CONVOCATI DAL PREFETTO I COMIZI ELETTORALI

MUSEI APERTI A VIAREGGIO PER PASQUA